Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Le guide dell'Agenzia

Il contenzioso tributario (aprile 2016)

La giustizia tributaria è profondamente cambiata. Mediazione, conciliazione e maggiori tutele per i contribuenti si sono imposte come protagoniste nel percorso di riforma del contenzioso fiscale, ora riscritto in chiave più snella e razionale. Le novità, arrivate con il Dlgs 156/2015, sono state recepite nel vademecum dedicato al tema.

Thumbnail
La giustizia tributaria è profondamente cambiata. Mediazione, conciliazione e maggiori tutele per i contribuenti si sono imposte come protagoniste nel percorso di riforma del contenzioso fiscale, ora riscritto in chiave più snella e razionale. Le novità sono arrivate con il Dlgs 156/2015, che ha provveduto a eliminare tutte le criticità di un sistema oramai obsoleto, rendendolo più consono alle attuali esigenze. Per capire la portata delle modifiche, ricordiamo che, dal 1° gennaio 2016, la mediazione tributaria è estesa a tutti i ricorsi fino a 20mila euro, a prescindere che siano proposti nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, delle Dogane, di Equitalia o di altri enti; si può ricorrere alla conciliazione giudiziale anche in secondo grado; la disciplina della tutela cautelare si allarga fino ad abbracciare tutte le fasi del processo, in linea con quanto già affermato dalla giurisprudenza costituzionale e di legittimità; il contribuente può stare in giudizio senza assistenza tecnica quando il valore della controversia non supera i a 3mila euro; la platea dei soggetti abilitati all’assistenza tecnica viene ampliata (in questa trovano spazio i dipendenti dei Caf, in relazione alle controversie che derivano da adempimenti effettuati dagli stessi Caf nei confronti dei propri assistiti); e così via. Il tutto nella guida “Il contenzioso tributario”.
URL: https://www.fiscooggi.it/guideagenzia/contenzioso-tributario-aprile-2016