Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Le guide dell'Agenzia

Guida pratica al pagamento delle imposte (ottobre 2009)

Di tutto di più sul modello unificato di pagamento F24. Questo potrebbe essere il sottotitolo di questa guida che dà indicazioni per il corretto utilizzo di questo sistema di pagamento. Il contribuente, con una sola operazione, può procedere al versamento delle somme dovute e, nel contempo, compensare con eventuali crediti.

Thumbnail
Di tutto di più sul modello unificato di pagamento F24. Questo potrebbe essere il sottotitolo di questa guida che dà indicazioni per il corretto utilizzo di questo sistema di pagamento. Il contribuente, con una sola operazione, può procedere al versamento delle somme dovute e, nel contempo, compensare con eventuali crediti. Innanzi tutto va ricordato che l’F24 è disponibile presso banche, agenzie di riscossione e uffici postali oltre ad essere scaricabile dal sito dell’Agenzia. Per i contribuenti titolari di partita Iva c’è l’obbligo di utilizzare, anche attraverso gli intermediari, le modalità telematiche di trasmissione del modello di pagamento, mentre per i contribuenti non titolari di partita Iva è prevista la possibilità del pagamento diretto, o tramite assegno bancario o circolare, o con altri mezzi di pagamento specifici (Pago Bancomat, Postamat, vaglia postali, eccetera). Gli enti pubblici, sottoposti ai vincoli di tesoreria unica, utilizzano per i versamenti lo specifico modello F24EP.   I tributi che si possono pagare con l’F24 sono molteplici: ricordiamo i più comuni come Irpef, Iva, Ici, Irap, imposte sostitutive, addizionali regionali e comunali all’Irpef, contributi, oltre a eventuali interessi e sanzioni. La guida, oltre a dare precise indicazioni sulla compilazione del modello unificato di pagamento, ricordando anche i più comuni errori in cui si può incorrere al momento del riempimento dei campi presenti sul modulo, rappresenta anche un utile vademecum per ricordare le principali scadenze che interessano i contribuenti.   Uno specifico paragrafo è dedicato alla compensazione, istituto attraverso il quale il contribuente può versare le imposte e i contributi dovuti per un determinato periodo d’imposta compensandoli con eventuali crediti. Nella guida vengono date chiare indicazioni sul limite massimo di credito compensabile e le modalità di compensazione coadiuvate da un esempio pratico di compilazione del modello F24.   Scorrendo l’opuscolo si trovano anche indicazioni per la compilazione del modello F23 che viene utilizzato per il versamento di tributi riguardanti contratti di locazione, atti giudiziari, dichiarazioni di successione, atti privati, eccetera. Anche questo modello è reperibile presso banche, agenzie di riscossione e uffici postali ed è scaricabile dal sito delle Entrate; sullo stesso sito è disponile un software che permette di compilare e stampare il modello F23 da presentare presso gli sportelli per poi procedere al pagamento. Il contribuente può utilizzare questo modulo per versare imposte, tasse e sanzioni quali: imposta di registro, ipotecaria e catastale, imposta sulle successioni e donazioni, tasse e imposte indirette, sanzioni inflitte da autorità giudiziarie e amministrative e tasse e entrate demaniali.
URL: https://www.fiscooggi.it/guideagenzia/guida-pratica-al-pagamento-delle-imposte-ottobre-2009