Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Le guide dell'Agenzia

Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali (marzo 2016)

Un tema sempre caldo e di grande appeal per i contribuenti rimane quello delle agevolazioni fiscali riguardanti le ristrutturazioni edilizie ed è per questo che anche l’ultima Stabilita è tornata sull’argomento prorogando la detrazione Irpef maggiorata al 50%, calcolata su un importo massimo di 96mila euro per unità immobiliare, alle le spese sostenute fino al 31 dicembre 2016.

Thumbnail
Un tema sempre caldo e di grande appeal per i contribuenti rimane quello delle agevolazioni fiscali riguardanti le ristrutturazioni edilizie ed è per questo che anche l’ultima Stabilita è tornata sull’argomento (articolo, comma 74, legge 208/2015), prorogando la detrazione Irpef maggiorata al 50%, calcolata su un importo massimo di 96mila euro per unità immobiliare, alle le spese sostenute fino al 31 dicembre 2016. Lo sconto arriva al 65% (calcolato sempre su un importo massimo di 96mila euro) in caso di interventi antisismici eseguiti su abitazioni principali o strutture produttive situate in zone sismiche ad alta pericolosità. Dal 1° gennaio 2017 l’agevolazione seguirà, invece, il “percorso” ordinario disciplinato dal Tuir e sarà, quindi, del 36% su un tetto massimo di spesa, per immobile, pari a 48mila euro. La legge di stabilità 2016 ha inoltre mantenuto, per tutto l’anno in corso, la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati agli immobili ristrutturati. Insomma, chi sta realizzando o ha intenzione di eseguire lavori in casa, anche per quest’anno, avendone i requisiti, può usufruire dei benefici sopra descritti. Per sapere come, basta consultare l'ultimo aggiornamento della guida realizzata dall’Agenzia delle Entrate e disponibile on line. Il vademecum fornisce indicazioni chiare ed esempi pratici, ben evidenziati, sia in merito ai soggetti che possono usufruire dello sconto d’imposta che ai tipi di interventi agevolabili. Ricordiamo, infatti, che sono molte e specifiche le ipotesi previste dalla norma, come quelle, ad esempio, concernenti lavori eseguiti nei piccoli condomini, pagamenti non effettuati dal titolare dell’immobile o, ancora, interventi riguardanti fabbricati, a uso abitativo, ristrutturati. Nella guida, inoltre, il lettore può avere ogni risposta a proposito di Iva agevolata al 10% in caso di servizi e cessioni collegati ai lavori di manutenzione e ristrutturazione edilizia. Focus, infine, sulla detrazione Irpef del 19% relativa agli interessi passivi sui mutui.
URL: https://www.fiscooggi.it/guideagenzia/ristrutturazioni-edilizie-agevolazioni-fiscali-marzo-2016