Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

immagine generica illustrativa

Acconti imposte 2020

La possibilità di versare gli acconti Irpef, Ires e Irap 2020 in misura inferiore, prevista dal decreto legge n. 23/2020, vale per entrambe le rate degli acconti (giugno e novembre)?

Federica A.
risponde Paolo Calderone

Per agevolare i contribuenti che potrebbero subire una riduzione del reddito imponibile del 2020, a causa della crisi sanitaria dovuta alla diffusione del “Coronavirus”, l’art. 20 del decreto legge n. 23/2020 favorisce la possibilità di calcolare e versare gli acconti dovuti utilizzando il metodo “previsionale” anziché quello “storico”, prevedendo la non applicazione di sanzioni e interessi in caso di insufficiente versamento delle somme dovute. L’agevolazione vale, però, solo se l’importo versato non è inferiore all’80% della somma che risulterebbe dovuta sulla base della dichiarazione dei redditi e dell’Irap relativa al periodo d’imposta in corso.
Con la circolare n. 9/2020, l’Agenzia delle entrate ha specificato che la disposizione introdotta dal citato decreto legge deve intendersi riferita all’importo degli acconti complessivamente dovuti e, pertanto, si applica a entrambe le rate. Tale importo, infatti, si calcola nel mese di giugno ma si versa in una o due rate, a seconda che l’importo dovuto superi o meno una certa soglia.

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/acconti-imposte-2020-0

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento

Utilizziamo anche servizi di analytics, per fare opt-out clicca su ulteriori informazioni