Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

cashback

Cashback, esenzione fiscale dei rimborsi

Quale norma prevede che il rimborso del 10% (Cashback), che è possibile ottenere quando si pagano gli acquisti con bancomat, carte di credito, eccetera, non costituisce reddito per chi lo percepisce e non va inserito nella dichiarazione annuale dei redditi?
 

Davide L.
risponde Paolo Calderone

Il Cashback è un programma infrannuale di rimborso in denaro a favore degli aderenti che, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione, effettuano acquisti mediante l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici. È stato introdotto con la legge di bilancio 2020 (legge n. 160/2019 - art. 1, comma 288) e reso operativo dal decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze n. 156 del 24 novembre 2020.
Tutti i rimborsi ottenuti con il Cashback non concorrono a formare il reddito di chi li riceve e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale. Lo prevede la recente legge di bilancio 2021 (legge n. 178/2020 - articolo 1, comma 1097).
Per tutte le informazioni utili sul programma si consiglia di consultare il sito “Italia Cashless” e, in particolare, la sezione dedicata al Cashback.

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/cashback-esenzione-fiscale-dei-rimborsi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento

Utilizziamo anche servizi di analytics, per fare opt-out clicca su ulteriori informazioni