Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

immagine generica illustrativa

Detrazione spese per intermediazione immobiliare

A gennaio 2022 abbiamo fatto il rogito, senza effettuare atto preliminare, per l’acquisto della prima casa. Le provvigioni per l’agenzia immobiliare le ho pagate a ottobre 2021 al momento dell’accettazione della proposta d’acquisto. Queste spese posso portarle in detrazione con i redditi relativi al 2021 o devo aspettare l’anno successivo?

Massimiliano D.
risponde Paolo Calderone

Si ritiene che la spesa, effettuata al momento dell’accettazione della proposta di acquisto, possa essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui la stessa è stata sostenuta, a condizione che alla data di presentazione della dichiarazione risulti stipulato e registrato il rogito notarile e che nell’atto di compravendita dell’immobile sia stato indicato l’importo pagato per l’intermediazione immobiliare, oltre ai dati identificativi del mediatore (codice fiscale o partita Iva, numero di iscrizione al ruolo degli agenti di affari in mediazione) e le modalità di pagamento.

Si ricorda, comunque, che la detrazione (pari al 19% su un importo massimo di 1.000 euro per ciascuna annualità) spetta all’acquirente dell’immobile che sostiene la spesa, sempre che l’unità immobiliare acquistata sia adibita ad abitazione principale e che i compensi per l’intermediazione siano stati pagati con versamento bancario o postale o altri sistemi di pagamento “tracciabili”.
La detrazione non spetta, per esempio, se la fattura rilasciata dall’intermediario immobiliare è intestata a un soggetto non proprietario.

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/detrazione-spese-intermediazione-immobiliare-2

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento

Utilizziamo anche servizi di analytics, per fare opt-out clicca su ulteriori informazioni