Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

immagine generica illustrativa

Detrazioni per figlio in servizio civile

Ho trovato sul vostro sito la risposta a un quesito sulle “Detrazioni per il figlio che svolge il servizio civile”. Visto che l’articolo è un po’ datato, vorrei sapere se ci sono aggiornamenti riguardo la possibilità di poter richiedere le detrazioni per il figlio che svolge il servizio civile.

Francesco
risponde Paolo Calderone

Sì, ci sono aggiornamenti rispetto alla risposta data al quesito cui si fa riferimento, che teneva conto, ovviamente, della normativa in vigore al momento della sua pubblicazione sul nostro sito.
Dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo n. 40/2017, che ha istituito il “Servizio civile universale”, gli assegni attribuiti agli operatori per tale servizio rientrano tra i redditi esenti da imposizioni tributarie e non sono imponibili ai fini previdenziali (articolo 16, comma 3).
Pertanto, i compensi erogati ai volontari del servizio civile universale non rilevano più nel calcolo del limite massimo di reddito complessivo, previsto dall’articolo 12 del Tuir, per essere considerati familiari a carico.
Tuttavia, per completezza di informazione si precisa che, qualora i redditi del volontario derivassero da altra tipologia di servizio civile (per esempio, un servizio civile regionale, che non è assimilabile al servizio civile universale) le somme incassate devono essere considerate redditi derivanti da collaborazioni coordinate e continuative e concorrono alla formazione del reddito complessivo del percipiente (risposta dell’Agenzia delle entrate a interpello n. 82/2018).
In questo caso, il reddito rileva anche per la verifica dell’eventuale superamento del limite per poter richiedere le detrazioni per familiare a carico.

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/detrazioni-figlio-servizio-civile