Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

marche da bollo

Imposta di bollo su conto corrente

Sono intestataria di tre conti correnti nella stessa banca. Ognuno non supera i 5.000 euro, ma facendo la somma di tutti si superano i 5.000 euro. Devo pagare l’imposta di bollo?

Luciana
risponde Paolo Calderone

La disciplina dell’imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, rendiconti dei libretti di risparmio e alle comunicazioni inviate alla clientela relative a prodotti finanziari è stata modificata dall’articolo 19 del decreto legge n. 201/2011. Le modifiche trovano applicazione secondo le modalità stabilite con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 maggio 2012.
Per le persone fisiche l’imposta di bollo non è dovuta quando il valore medio di giacenza annuo risultante dagli estratti e dai libretti non supera complessivamente i 5.000 euro. “A tal fine, sono unitariamente considerati tutti i rapporti di conto corrente e i libretti di risparmio identicamente intestati, intrattenuti con la medesima banca, con Poste Italiane spa o emessi da Cassa depositi e prestiti” (articolo 2, comma 4, del citato decreto).
In sostanza, ai fini dell’applicazione dell’esenzione, occorre valutare, al termine del periodo rendicontato, la giacenza complessiva dei conti correnti e dei libretti intestati allo stesso soggetto, persona fisica, intendendosi per “giacenza media” la media dei saldi contabili giornalieri di ciascun rapporto nel periodo oggetto di rendicontazione (circolare dell’Agenzia delle entrate n. 48/2012).

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/imposta-bollo-conto-corrente

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento

Utilizziamo anche servizi di analytics, per fare opt-out clicca su ulteriori informazioni