Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

La posta di FiscoOggi

eredi

Rimborso 730 erede

In data antecedente al decesso di mio marito, avvenuto il 20 giugno 2020, è stato inviato il modello 730 precompilato relativo all’anno d’imposta 2019 da cui è scaturito un credito. Considerato che l’Inps non ha provveduto al rimborso, chiedo quale procedura è necessario adottare, come coniuge superstite, per avere il rimborso del credito.

Irene G.
risponde Paolo Calderone

Nei casi in cui il sostituto d’imposta, in questo caso l’Inps, non ha potuto rimborsare, in tutto o in parte, il credito derivante dal modello 730 precompilato, sarà possibile per l’erede far valere tale credito nella prossima dichiarazione che sarà presentata, per conto del deceduto, per il periodo d’imposta 2020.
Precisamente, questo importo a credito dovrà essere indicato nel quadro F (rigo F3 - Eccedenze risultanti dalla precedente dichiarazione) del modello 730/2021. Se si utilizzerà il modello Redditi Persone fisiche (Pf), il credito va indicato nel rigo RN36, colonna 2 (se si tratta di rimborso Irpef).
L’importo che l’Inps non ha rimborsato è comunque rilevabile dalla Certificazione Unica rilasciata dall’istituto per le somme pagate al deceduto nel 2020 (punto 64 per l’Irpef, punto 74 per l’addizionale regionale, punto 84 per l’addizionale comunale).

URL: https://www.fiscooggi.it/posta/rimborso-730-erede

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento

Utilizziamo anche servizi di analytics, per fare opt-out clicca su ulteriori informazioni