Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Analisi e commenti

Crediti d’imposta alle “energivore”.
Luce sulle sfumature della circolare

Sono cedibili “solo per intero”: questo implica che l’utilizzo parziale di ciascun bonus in compensazione, tramite modello F24, impedisce la cessione della quota non utilizzata

La circolare n. 13/E, dello scorso 13 maggio, ha fornito chiarimenti in merito ai crediti d’imposta, riconosciuti dai decreti “Sostegni-ter”, “Energia” e “Ucraina”, a favore delle imprese a forte consumo di energia elettrica (le imprese “energivore”). Vediamo, nel dettaglio, alcune delle più rilevanti precisazioni date dall’Agenzia delle entrate  

Cedolare secca 2020: 2,6 mln di sì
per 3 miliardi di gettito tributario

La tassazione sostitutiva sui redditi derivanti da immobili concessi in locazione continua a correre. In testa i contratti a canone libero, ai quali è stata applicata su oltre 11 miliardi di imponibile

Le tavole statistiche pubblicate di recente sul sito del dipartimento delle Finanze del Mef, con le analisi e le elaborazioni dei dati contenuti nelle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2021, anno d’imposta 2020, confermano che lo strumento della “cedolare secca”, in origine introdotto per favorire l’emersione degli affitti in nero, funziona.

Il fisco nel “decreto Energia” – 5:
bonus pubblicità con regole nuove

Dall'anno prossimo il credito d’imposta spetterà soltanto per gli investimenti effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, non più anche su emittenti televisive o radiofoniche

Cambia ancora pelle la disciplina del tax credit per le spese in campagne pubblicitarie, introdotta dalla “Manovra correttiva” 2017. Oltre alla contrazione del perimetro di applicazione del bonus, ci sono novità anche sulla sua consistenza, che torna all’originario 75% degli investimenti incrementali anziché il 50% del valore complessivo delle spese agevolabili (articolo 25-bis, Dl 17/2022).