Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Analisi e commenti

Irap, le "nuove" deduzioni alternative alle "vecchie"

Va indicato il numero dei dipendenti per i quali si fruisce degli specifici abbattimenti dell'imponibile

Thumbnail
Una delle novità che caratterizzano il modello Irap 2008 è rappresentata dall'introduzione di una nuova sezione nella quale sono riportate, in elenco, tutte le deduzioni per lavoro dipendente, sia quelle di nuova introduzione che rientrano nella riduzione del "cuneo fiscale" (deduzione dei contributi previdenziali e assistenziali e deduzione forfetaria di 5mila o 10mila euro per ogni dipendente a tempo indeterminato) sia quelle già esistenti prima che fosse emanata la legge finanziaria per il 2007.

Lo scopo della nuova sezione è principalmente quello di consentire al contribuente-datore di lavoro di poter scegliere più agevolmente, con riferimento a ciascun dipendente e tenendo conto del numero degli stessi che ha a disposizione, le deduzioni di cui intende beneficiare.

Occorre infatti considerare che tutte le deduzioni Irap per lavoro dipendente (con l'eccezione di quella relativa ai contributi assicurativi Inail) sono soggette a un criterio di alternatività, secondo il quale, per ciascun dipendente, l'applicazione delle disposizioni riguardanti la deduzione forfetaria di 5mila o 10mila euro e quella dei contributi previdenziali e assistenziali è alternativa alla fruizione delle disposizioni relative alla deduzione delle spese per apprendisti, disabili, personale assunto con contratto di formazione lavoro e per addetti alla ricerca e sviluppo, alla deduzione di 2mila euro fino a 5 dipendenti e di quella per incremento della base occupazionale.
In concreto, il soggetto passivo, che vuole ottenere il massimo beneficio fiscale in termini di deduzioni dalla base imponibile Irap, dovrà confrontare per ciascun dipendente l'importo massimo delle deduzioni già esistenti con quello ottenibile in base alle nuove deduzioni, sempre che, ovviamente, in entrambi i casi ricorrano le condizioni di applicabilità delle deduzioni stesse.

La nuova sezione (che presenta una numerazione diversa a seconda del modello Irap considerato) si presenta nel modo seguente:

 

La caratteristica è data dalla presenza di 3 caselle "dipendenti":

 

  • una in corrispondenza della deduzione riferita ai contributi assicurativi nella quale vanno indicati tutti i dipendenti per i quali si fruisce di tale deduzione
  • una in corrispondenza delle deduzioni che rientrano nella riduzione del cuneo fiscale (deduzione forfetaria di 5mila - 10mila euro e deduzione dei contributi previdenziali e assistenziali)
  • una in corrispondenza delle altre deduzioni (spese relative ad apprendisti, disabili, personale con contratto di formazione lavoro, addetti alla ricerca, deduzione di 2mila euro fino a 5 dipendenti e deduzioni per incremento base occupazionale).

Per effetto del criterio di alternatività sopra citato, la somma del numero dei dipendenti indicati non può eccedere il numero complessivo dei dipendenti per i quali si fruisce della deduzione dei contributi assicurativi.

Se per esempio un contribuente ha alle sue dipendenze 10 lavoratori a tempo indeterminato, potrà compilare la sezione nei modi sotto riportati:
 

esempio irap


Nel primo esempio, il contribuente, una volta scelto per 7 dipendenti (sui 10 complessivi) la deduzione forfetaria e quella dei contributi previdenziali e assistenziali, potrà beneficiare delle altre deduzioni solo per i restanti 3 dipendenti.
Nel secondo esempio, il contribuente ha preferito per 6 dipendenti fruire delle "vecchie" deduzioni. In tal caso, potrà beneficiare delle nuove solo per i restanti 4 dipendenti.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/analisi-e-commenti/articolo/irap-nuove-deduzioni-alternative-alle-vecchie