Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Analisi e commenti

Principi contabili nazionali:
gli interventi di rinnovamento – 12

Il nuovo Oic 16 tratta delle immobilizzazioni materiali: dalla sua analisi emergono significative precisazioni in merito alla capitalizzazione degli oneri finanziari e degli ammortamenti

Thumbnail
Nell’appuntamento odierno ci occupiamo del principio contabile Oic 16, dedicato alla “immobilizzazioni materiali”.
Con l’intervento di aggiornamento, l’Oic 16 ha subito un importante provvedimento di “riordino”, a seguito del quale, la tematica relativa alla svalutazione per perdite durevoli è stata espunta per essere trattata esclusivamente da un nuovo principio contabile, appositamente emanato, ossia l’Oic 9.
 
Analizzando nel dettaglio il nuovo Oic 16, si riscontra che il principio dedica i paragrafi da 33 a 36 al tema della capitalizzazione degli oneri finanziari. Al paragrafo 33 vengono evidenziate le voci di conto economico che dovrebbero essere interessate in caso di capitalizzazione e al paragrafo 35 vengono esplicitate le condizioni indispensabili affinché tale capitalizzazione sia consentita.
Giova precisare che è stata riconosciuta la possibilità di capitalizzare sia gli oneri finanziari specifici sia quelli generici, in proporzione alla durata del periodo di fabbricazione (paragrafi 25 e 31).
 
Il tema centrale degli ammortamenti è trattato dal paragrafo 49 al paragrafo 66 dell’Oic 16.
Di particolare interesse è la precisazione, con esempio, esposta al paragrafo 65, in tema di ammortamento di componenti aventi vite utili diverse dal cespite principale. Infatti, “Se l’immobilizzazione materiale comprende componenti, pertinenze o accessori, aventi vite utili di durata diversa dal cespite principale, l’ammortamento di tali componenti si calcola separatamente dal cespite principale, salvo il caso in cui ciò non sia praticabile o significativo. Se, ad esempio, un ascensore o un nastro trasportatore presentano una vita utile di durata inferiore di quella del relativo stabile o macchinario, il calcolo distinto dell’ammortamento è più corretto e facilita la contabilizzazione nel momento in cui il componente verrà sostituito”.
 
Al paragrafo 55 dell’Oic 16 si è specificato che il processo di ammortamento va interrotto, se il presumibile valore residuo al termine del periodo di vita utile risulta uguale o superiore al costo dell’immobilizzazione (ipotesi plausibile, per esempio, nel caso dei fabbricati).
 
Un’importante novità è rappresentata dall’eliminazione della previsione secondo cui l’ammortamento andava sospeso per i cespiti non utilizzati.
Infatti, si legge, al paragrafo 51 dell’Oic 16, che “L’ammortamento è calcolato anche sui cespiti temporaneamente non utilizzati”. In questo caso, l’ammortamento va effettuato considerato che, in tale lasso temporale, il bene è pur sempre soggetto a obsolescenza tecnica ed economica.
 
Viene eliminata la previsione, contenuta nel vecchio Oic 16, che permette di non scorporare il valore del terreno dai fabbricati su cui essi insistono quando il valore del terreno tenda a coincidere con il valore del fondo di ripristino/bonifica del sito, nel presupposto che la rilevazione distinta del terreno e del relativo fondo di accantonamento fornisca una migliore rappresentazione al lettore del bilancio.
 
Con il rinnovo di tale principio si è proceduto anche a fornire chiarimenti in merito ai beni ricevuti a titolo gratuito (paragrafi 39 e 40).
In particolare, il paragrafo 39 precisa che “le immobilizzazioni materiali acquisite a titolo gratuito sono iscritte nell’attivo dello stato patrimoniale in base al presumibile valore di mercato attribuibile alle stesse alla data di acquisizione, a cui vanno aggiunti i costi sostenuti e/o da sostenere affinché le stesse possano essere durevolmente ed utilmente inserite nel processo produttivo. In ogni caso, il valore contabile dell’immobilizzazione non può superare il valore recuperabile. Il valore così determinato è rilevato nella gestione straordinaria del conto economico alla voce E20 “proventi”.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/analisi-e-commenti/articolo/principi-contabili-nazionali-interventi-rinnovamento-12