Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Lavoratori “impatriati” in cassa
per il bis del regime agevolato

Per beneficiare di un ulteriore quinquennio di applicazione dello sconto d’imposta, dipendenti e autonomi devono versare entro giugno l’imposta forfetaria che perfeziona l’opzione di adesione

I lavoratori con i requisiti per prolungare di cinque anni il bonus “impatriati” hanno tempo fino al 30 giugno per versare l’imposta forfetaria del 5 o del 10% e perfezionare l’adesione. Stesso termine per i dipendenti che devono richiedere la proroga del beneficio al sostituto d’imposta. La scadenza riguarda coloro che hanno terminato il primo quinquennio il 31 dicembre 2021  

Chi non ha la tv lo deve dichiarare:
c’è tempo fino al 30 giugno

La comunicazione presentata entro tale termine esplica effetti solo per il canone dovuto per il secondo semestre (luglio-dicembre) 2022

Pochi giorni ancora a disposizione per chiedere l’esonero del pagamento del canone Tv. I contribuenti che non possiedono un apparecchio televisivo, e sono titolari di un’utenza elettrica ad uso domestico, possono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione per evitare l’addebito in bolletta

Digital tax: entro il 30 giugno
la comunicazione dei dati

Una volta effettuata la trasmissione, l’Agenzia delle entrate renderà disponibile la ricevuta di avvenuta presentazione attraverso lo stesso canale telematico utilizzato dal “mittente”

Scadenza all’orizzonte per l’imposta sui servizi digitali: il termine per la comunicazione dell’ammontare dei servizi imponibili erogati nel 2021, per i quali è stato effettuato il versamento entro lo scorso 16 maggio, è, infatti, il prossimo 30 giugno. L’adempimento va assolto utilizzando il modello Dst, con il quale è possibile anche “prenotare” il rimborso di quanto pagato in più