Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Agenzie fiscali: 10 anni di storia
diventano collezione filatelica

Per ricordare il decennale di nascita emessi 4 francobolli celebrativi, presentati oggi a Roma

Thumbnail
I francobolli presentati oggi a Roma nella sede dell'Auditorium dell'Ara Pacis in conferenza stampa sono di quella serie che vale la pena conservare negli album della storia italiana e della Pubblica Amministrazione in particolare. Non celebrano un pittore, un inventore, un compositore ma ricordano le istituzioni suggellando, con il timbro di un decreto ministeriale, il decennale di nascita delle Agenzie fiscali.

Una occasione che ha visto partecipare in prima persona i quattro direttori: Gabriella Alemanno per il Territorio, Attilio Befera per le Entrate, Giuseppe Peleggi per le Dogane, Maurizio Prato per il Demanio. Presenti all'evento anche l'assessore al Comune di Roma, Dino Gasperini, il presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, l'Amministratore delegato dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Ferruccio Ferranti, Angelo Di Stasi del ministero dello Sviluppo Economico.

Nella veste di moderatore del convegno e di "portavoce" delle quattro Agenzie fiscali, Gabriella Alemanno, che, nel suo intervento, ha ribadito il ruolo significativo svolto in questi primi dieci anni di attività. Sulla scena fiscal-finanziaria dal 1° gennaio 2001 e istituite con il decreto legislativo n. 300 del 1999, le quattro strutture, legate al Mef da uno specifico rapporto convenzionale secondo il tipico schema principal-agent, vedono oggi impegnate 55mila risorse tra uomini e donne e sono la testimonianza di una realtà che funziona. Distinzione tra attività amministrativa e autorità politica, ampia autonomia gestionale, amministrativa, patrimoniale e organizzativa le caratteristiche di punta. Un sistema nato con l'obiettivo di fornire un servizio sempre più efficiente, efficace, trasparente e di qualità, semplificare il rapporto tra i cittadini e lo Stato, risanare la finanza pubblica.
Quattro le direttrici comuni, ha ricordato il direttore Alemanno, lungo le quali si muovono le singole attività: definizione e introduzione di strategie di gestione e valorizzazione delle risorse umane; politiche di incentivazione e salvaguardia di specifiche professionalità; attenzione al management per la gestione delle risorse; uso di tecnologie informatiche di ultima generazione. Il tutto a corollario delle specifiche funzioni svolte.

Unanime il giudizio espresso anche dagli altri partecipanti all'incontro sul ruolo e la funzione delle Agenzie che fa il paio con quello nei riguardi della filatelia definito strumento di conoscenza e cultura.
Da questo abbinamento, ha ricordato Giovanni Ialongo, presidente di Poste Italiane, nasce l'idea di affidare ai francobolli, che per loro caratteristica si collezionano, conservano e tramandano, il compito di testimoniare con una emissione filatelica ad hoc la valenza di un modello. Un modello che è anche un impegno, ha ricordato Ialongo, tutto racchiuso nella motivazione con cui i quattro direttori delle Agenzie hanno deciso di accompagnare la richiesta di emissione filatelica: risultato contabile e ripristino della legalità.
Ferruccio Ferranti, amministratore delegato del Poligrafico e della Zecca dello Stato, ha ricordato che l'impegno delle Agenzie in questi dieci anni di attività è testimoniato dal rilievo con cui a livello europeo sono state riconosciute alcune punte di eccellenza. Il fisco telematico che ha visto in prima persona attivi protagonisti l'Agenzia delle Entrate e Sogei, Consip per la coniatura e le carte valori, il Poligrafico e la Zecca per le scuole dell'arte della medaglia.

Uno sguardo ai francobolli: dalla tecnica alla grafica
Racchiusi in un foglietto del valore di 2,40 euro, 0,60 centesimi per ciascun francobollo, realizzati con vignette che riproducono i loghi delle Agenzie e un motivo ripetuto in grafica stilizzata nei fondini di ognuna, le legende "Territorio", "Dogane", "Demanio" ed "Entrate", le scritte "Decennale delle Agenzie fiscali", "Italia" e il valore di 0,60 centesimi di euro. Queste le caratteristiche dei quattro francobolli stampati dall'Officina Carte Valori dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in rotocalcografia per una tiratura di due milioni di foglietti. Completano il profilo la scritta "Agenzie fiscali, dieci anni al servizio del Paese". Disposti su due file e inseriti in un riquadro delimitato in basso, a sinistra e a destra da una fascia tricolore, riproducono lo stemma della Repubblica italiana in alto e il logo di Poste italiane in basso. Alla bozzettista Giustina Milite il compito di curare la veste grafica delle vignette. La serie è ordinaria con tematica "Le Istituzioni".

Un risultato di rilievo in una cornice d'eccezione
Di risultato che ha migliorato non soltanto il sistema fiscale dell'azienda Italia ma ne ha accelerato le dinamiche contribuendo a un accertamento costante che aiuta "la città di Roma e il nostro Paese" ha parlato, invece, l'assessore alla Cultura del Comune di Roma, Dino Gasperini. In apertura dei lavori, a nome del Sindaco, Gasperini ha espresso il proprio ringraziamento per lo "splendido lavoro svolto" in questi dieci anni che non poteva essere premiato in un luogo migliore, "l'altrettanto splendida cornice dell'Ara Pacis, oggetto di una evoluzione ancora maggiore nei prossimi anni". Qui si realizzerà la riqualificazione del mausoleo di Augusto, si concretizzerà la pedonalizzazione e la trasformazione del tridente mediceo e nel 2013 si arriverà all'appuntamento con i 500 anni della Roma dei Medici.
Un modo anche questo per tramandare ai posteri il Fiscus dell'Italia di oggi.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/agenzie-fiscali-10-anni-storia-diventano-collezione-filatelica