Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Agricoltura e catasto, il Territorio rende noti gli immobili irregolari

Identificati anche grazie alle riprese aeree e all’incrocio fra banche dati catastali e Registro delle imprese

Thumbnail
Prosegue da parte dell’agenzia del Territorio l’attività di contrasto a evasione ed elusione fiscale in materia di immobili. Sulla Gazzetta del 30 dicembre sono stati pubblicati tre comunicati in materia di variazioni colturali risultanti dalle dichiarazioni 2008, fabbricati non dichiarati al catasto e fabbricati privi dei requisiti per il riconoscimento di ruralità ai fini fiscali. Il primo riguarda l’aggiornamento della banca dati del catasto terreni relativo alle variazioni delle qualità di coltura e, di conseguenza, dei redditi per intere particelle o porzioni, sulla base delle dichiarazioni 2008 presentate all’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) dai contribuenti interessati alle sovvenzioni agricole.Il Territorio ricorda che gli elenchi delle particelle iscritte al catasto terreni sono consultabili per 60 giorni a partire dal 30 dicembre 2008, presso i Comuni interessati, le competenti sedi provinciali del Territorio, oppure sul sito dell’Agenzia. I ricorsi vanno presentati entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del comunicato. Con il secondo comunicato si rende pubblico il quinto elenco di particelle di catasto terreni con fabbricati non censiti. Anche in questo caso gli elenchi sono consultabili per 60 giorni dalla data del comunicato mentre per le denunce spontanee dei fabbricati i titolari hanno a disposizione sette mesi di tempo sempre a partire dal 30 dicembre 2008. Oltre questa data l’accatastamento avverrà d’ufficio da parte degli uffici provinciali del Territorio con ulteriori oneri a carico del soggetto inadempiente. Infine il terzo comunicato individua gli immobili privi dei requisiti soggettivi che conferiscono il riconoscimento di ruralità ai fini fiscali. Per questi fabbricati, stessi tempi consentiti per gli immobili non censiti, sia per la consultazione degli elenchi che per le dichiarazioni spontanee da presentare al catasto.

Sia per i "fabbricati non censiti" che per gli "ex rurali" gli elenchi individuati sono consultabili su una specifica pagina del sito. L’agenzia del Territorio precisa che nel caso di incoerenze o di errori (ad esempio casi di particelle non rientranti nelle fattispecie oggetto di identificazione), i contribuenti possono effettuare una segnalazione all’ufficio provinciale competente dell’Agenzia utilizzando il modello disponibile sul sito.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/agricoltura-e-catasto-territorio-rende-noti-immobili-irregolari