Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Anno nuovo, casa nuova? Sì, ma i cantieri sbocciano a primavera

Nella norma la performance nazionale di gennaio e la hit parade regione per regione

Thumbnail

Al giro di boa di un nuovo anno, dopo i festeggiamenti del Natale, si ricomincia a pensare ai lavori da fare, dal momento che anche la Finanziaria 2007 prevede, come dal 1998 a oggi, detrazioni fiscali in favore dei contribuenti che ristrutturano la loro abitazione entro il 31 dicembre. Lo "sconto fiscale" del 36 per cento delle spese edilizie sostenute si accompagna con l'aliquota agevolata Iva del 10 per cento.
Però, come ogni anno, gennaio non ispira gli impegni edilizi. Mese dispendioso per le famiglie e anche la stagione non è la migliore per programmare i restauri.
Le comunicazioni di inizio lavori inviate al Centro operativo di Pescara dell'Agenzia delle entrate, infatti, registrano un calo del 46,34 per cento rispetto ai dati dello scorso dicembre.

 GENNAIO
2007
DICEMBRE
2006
%
Abruzzo272515-47,18%
Basilicata45 104-56,73%
Bolzano204378-46,03%
Calabria142248-42,74%
Campania382738-48,24%
Emilia Romagna2.9385.115-42,56%
Friuli Venezia Giulia7811.565-50,10%
Lazio1.3192.272-41,95%
Liguria1.0451.504-30,52%
Lombardia3.9327.924-50,38%
Marche5591.004-44,32%
Molise33100-67,00%
Piemonte1.5533.102-49,94%
Puglia530861-38,44%
Sardegna394793-50,32%
Sicilia 489842-41,92%
Toscana1.2602.169-41,91%
Trento374755-50,46%
Umbria359609-41,05%
Valle d'Aosta5287-40,23%
Veneto 2.3744.791-50,45%

Totale

19.03735.476-46,34%


Quasi la metà, dunque, le ristrutturazioni avviate a gennaio rispetto a dicembre. Ma il calo non preoccupa il settore, perché ogni anno si è verificata questa stasi invernale, per poi ripartire alla grande non appena arriva la primavera.
Difatti, se si leggono gli stessi dati, comparandoli ai mesi di gennaio degli anni precedenti (2006 e 2005 come nella tabella che segue), si nota facilmente che, tranne Basilicata, Puglia, Molise e Valle d'Aosta, il dato numerico del 2007 è più alto rispetto a quello degli anni precedenti, con percentuali di incremento del totale nazionale del 16 per cento, rispetto al 2005, e di quasi il 38 per cento rispetto al 2006.

REGIONE GENNAIO
2007
+/-% GENNAIO
2006
+/-% GENNAIO
2005
Abruzzo272+18,26%230+14,29%238
Basilicata45 +45,16%31-55,88%102
Bolzano204+7,94%189+3,03%198
Calabria142+39,22%102+30,28%109
Campania382+40,44%272+12,68%339
Emilia Romagna2.938+46,83%2.001+31,34%2.237
Friuli Venezia Giulia781+21,84%641+5,11%743
Lazio1.319+40,62%938+20,79%1.092
Liguria1.045+35,71%770+7,07%976
Lombardia3.932+30,50%3.013+7,93%3.643
Marche559+46,72%381+47,11%380
Molise33-5,71%35-10,81%37
Piemonte1.553+37,43%1.130+4,93%1.480
Puglia530+53,62%345-0,75%534
Sardegna394+58,87%248+66,24%237
Sicilia 489+30,75%374+11,14%440
Toscana1.260+36,81%921+5,44%1.195
Trento374+30,77%286+28,97%290
Umbria359+71,77%209+36,50%263
Valle d'Aosta52-3,70%54-10,34%58
Veneto 2.374+41,73%1.675+32,48%1.792

Totale

19.037+37,50%13.845+16,20%16.383


Un'ulteriore disamina dei dati dello stesso mese nel triennio 2005/2007, ci permette di evidenziare - come mostra chiaramente il grafico che segue - quanto il ricorso all'istituto del 36 per cento sia maggiore nelle regioni del Nord - anche considerando separatamente Nord-Est e Nord-Ovest - che nelle regioni del Centro o del Mezzogiorno.



Passiamo ora a esaminare i dati regionali del mese. Come sempre, in testa alla classifica troviamo la Lombardia, con 3.932 comunicazioni, seconda l'Emilia Romagna (2.938) e terzo il Veneto (2.374). Distaccate, ma con più di mille dichiarazioni di lavori: il Piemonte (1.553), il Lazio (1.319), la Toscana (1.260) e la Liguria (1.045). Poi, tutte le altre regioni, dal Friuli Venezia Giulia (781) fino al piccolo Molise, con sole 33 richieste di detrazioni fiscali a seguito di ristrutturazione.



I numeri regionali di gennaio confrontati con quelli dello stesso mese nel triennio, come mostrano le linee del grafico seguente, rispettano sempre lo stesso trend anche fra le regioni, confermando gennaio 2007 quale fratello maggiore degli altri due, classe 2005 e classe 2006, su tutto il territorio nazionale.



Un'ultima classifica la possiamo stilare con le prime dieci province italiane dove maggiormente si è ristrutturata l'abitazione ricorrendo alla domanda di sgravio fiscale del 36 per cento delle spese effettivamente sopportate.
Anche qui, niente di nuovo: in testa la provincia di Milano (1.813), al secondo posto Bologna (1.172), al terzo Roma (1.145); con meno di mille comunicazioni di inizio lavori, seguono, nell'ordine, Torino, Genova, Vicenza, Bergamo, Venezia, Brescia e Treviso. Ulteriore conferma, quindi, di quanto già evidenziato in precedenza: fra le prime dieci province per numero di ristrutturazioni edilizie agevolate, una sola - la capitale - non appartiene alle regioni del Nord.

ProvinciaGENNAIO 2007
Milano1.813
Bologna1.172
Roma1.145
Torino857
Genova651
Vicenza492
Bergamo484
Venezia459
Brescia443
Treviso437


URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/anno-nuovo-casa-nuova-si-ma-cantieri-sbocciano-primavera