Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Il caldo non ferma le ristrutturazioni

Registrata in Friuli Venezia Giulia la maggiore crescita percentuale (+ 32%) rispetto al mese precedente

Thumbnail

Non vanno in vacanza i lavori di ristrutturazione e, nonostante il caldo e la voglia di scappare dalle città in cerca di fresco, si mantiene a livello di record il numero di comunicazioni di inizio lavori che i proprietari di immobili adibiti ad abitazione hanno inviato, nel mese di luglio, al Centro operativo di Pescara dell'Agenzia delle entrate.
L'inoltro al Cop, a mezzo raccomandata, della comunicazione è necessario ad attivare la procedura che consente di usufruire dell'agevolazione fiscale sui lavori di ristrutturazione e recupero del patrimonio edilizio, agevolazione che consiste nella possibilità di detrarre dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) il 41 per cento dell'ammontare delle spese sostenute per i lavori, fino al limite massimo di spesa di 48mila euro.

Riepilogo per regioni

Regione

NUMERO comunicazioni
dal 1998 a luglio 2006

%

LUGLIO
2006

TOTALE
2006

Abruzzo

44.013

1,7

546

2.827

Basilicata

8.559

0,3

96

506

Bolzano

38.718

1,5

392

3.126

Calabria

20.256

0,8

221

1.220

Campania

52.195

2,0

621

3.379

Emilia Romagna

387.058

14,6

5.454

30.578

Friuli Venezia Giulia

117.438

4,4

2.096

9.391

Lazio

172.564

6,5

2.085

11.866

Liguria

134.482

5,1

1.491

8.697

Lombardia

538.258

20,3

7.783

44.085

Marche

74.422

2,8

967

5.039

Molise

6.988

0,3

79

404

Piemonte

245.569

9,3

2.990

16.497

Puglia

72.263

2,7

909

4.549

Sardegna

39.249

1,5

537

2.719

Sicilia

72.787

2,8

808

3.968

Toscana

185.147

7,0

2.123

12.192

Trento

67.293

2,5

862

4.955

Umbria

45.812

1,7

511

2.787

Valle d'Aosta

10.314

0,4

118

664

Veneto

313.166

11,8

5.226

24.690

Totale

2.646.551

100,00

35.915

194.139



Le 35.915 nuove comunicazioni pervenute a luglio costituiscono un dato molto significativo per l'analisi del trend di crescita relativo all'andamento delle richieste del bonus fiscale, perché, oltre a rappresentare il secondo valore mensile del 2006 dopo il boom di maggio (quando le dichiarazioni furono 37.942), innalzano la media relativa ai primi sette mesi dell'anno, portandola al primo posto nella serie storica dal 1998 a oggi, con 27.734 comunicazioni mensili.

Il dato di luglio non è solo la conferma del crescente successo riscontrato dalla disposizione normativa sulle ristrutturazioni - sono, infatti, aumentati del 42 per cento, passando dai 240.413 del 1998 ai 342.396 del 2005, i contribuenti che nel corso degli anni hanno usufruito dell'agevolazione fiscale per i lavori di ristrutturazione dell'abitazione - ma rappresenta anche una sorta di spartiacque con i restanti mesi dell'anno, ed è un buon indicatore su quello che potrà essere il numero complessivo degli interventi alla fine del 2006. Così, il totale dei primi sette mesi (194.139) può far ipotizzare, in proiezione, una chiusura d'anno vicina a quota 340mila.

Percentualmente, si registra un incremento del 13,7 per cento rispetto a luglio 2005 (186.759 comunicazioni) e di quasi il 4 per cento se si mettono a confronto i primi sette mesi dell'anno.

Effettuando un'analisi a livello di regione, si conferma la diversificazione territoriale nell'applicazione dell'istituto: è sempre la Lombardia (20,3 per cento del totale nazionale) a guidare la classifica, con l'Emilia Romagna al secondo posto (14,6 per cento) e il Veneto che occupa la terza piazza (11,8 per cento). Quest'ultimo, tra l'altro, ha fatto registrare un incremento "importante" (+ 21,7 per cento) rispetto a giugno. A livello di percentuale, però, la regione "regina" del mese è il Friuli Venezia Giulia, che mette a segno un + 32 per cento.

Ricordiamo, infine, che il decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, ha apportato alcune modifiche alla disciplina dell'agevolazione, ripristinando, per le prestazioni fatturate dal prossimo 1° ottobre, l'applicazione dell'aliquota Iva ridotta al 10 per cento. Dalla stessa data, la percentuale di detrazione Irpef è ridotta dal 41 al 36 per cento.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/caldo-non-ferma-ristrutturazioni