Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Contributi, è l'ora della riscossione

Entro il 18 giugno versamenti per artigiani, commercianti e liberi professionisti iscritti alla gestione separata

Thumbnail
Gli artigiani e gli esercenti attività commerciali e i liberi professionisti iscritti alla gestione separata possono versare i contributi previdenziali relativi alla quota di reddito eccedente il minimale entro gli stessi termini previsti per il versamento delle imposte sui redditi.
Lo ricorda la circolare Inps n. 92 del 12 giugno 2007, che fornisce anche alcune precisazioni per la compilazione del quadro RR del modello Unico 2007 persone fisiche.

Termini e modalità di versamento
I contributi vanno pagati entro il 18 giugno per il saldo 2006 e il primo acconto 2007 ed entro il 30 novembre per il secondo acconto 2007.
Il saldo 2006 e il primo acconto 2007 possono essere versati anche entro il 16 luglio 2007 con la maggiorazione dello 0,40 per cento, che va pagata separatamente utilizzando la causale API (artigiani) o CPI (commercianti) e la stessa codeline Inps utilizzata per il relativo contributo.

I contribuenti possono optare per la rateizzazione dei contributi dovuti eccedenti il reddito minimale. In questo caso, dovranno versare la prima rata entro la data di scadenza del saldo e/o dell'acconto, le altre rate entro la fine di ciascun mese (i titolari di partita Iva entro il 16 del mese).
Il pagamento delle rate va in tutti i casi completato entro novembre.
All'importo da pagare per ciascuna rata va sommata la maggiorazione dello 0,40 per cento divisa per il numero delle rate e gli interessi relativi alla quota, stabiliti al tasso dello 0,5 per cento mensile.

La circolare precisa inoltre che:

 

  • gli interessi vanno esposti separatamente dai contributi
  • le causali CP, CPR, AP, APR devono quindi riguardare solo contributi
  • la rateizzazione riguarda sia i contributi dovuti che la maggiorazione dello 0,40 per cento nel caso in cui il versamento della prima rata sia effettuato dal 19 giugno al 16 luglio. La quota parte dell'importo relativo alla maggiorazione deve comunque essere inclusa nella causale CPI o API, unitamente agli eventuali interessi sulle rate successive alla prima.

Il quadro RR
I soggetti interessati dovranno indicare nel quadro RR del modello Unico 2007 persone fisiche i contributi dovuti sulla base dei redditi conseguiti nel 2006, al netto delle eventuali perdite dei periodi d'imposta precedenti scomputate dal reddito dell'anno.
Gli artigiani e gli esercenti attività commerciali dovranno compilare la sezione I del quadro RR, osservando le istruzioni relative al modello Unico 2007 e, al momento del versamento tramite F24, dovranno tenere conto che:

  • in caso di importi a debito per i contributi dovuti sul minimale del reddito la codeline da riportare sul modello è quella relativa agli stessi (codeline del titolare)
  • gli importi a credito possono essere portati in compensazione indicando la causale contributo AP o AF (artigiani) ovvero CP o CF (commercianti), il codice sede, il codice Inps di 17 caratteri che varia in base all'anno di riferimento (2005 o 2006) del credito indicato
  • se viene portata in compensazione solo una parte della somma a credito, si deve ricalcolare il codice Inps sulla base del nuovo importo, utilizzando la funzione disponibile sul sito www.inps.it

I liberi professionisti iscritti alla gestione separata, invece, per calcolare i contributi dovuti dovranno seguire le indicazioni della circolare Inps n. 7 dell'11 gennaio 2007. Ai fini del calcolo del reddito imponibile valgono anche per loro le istruzioni del modello Unico 2007 (sezione II).

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/contributi-e-lora-della-riscossione