Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Decolla nel 2002 la registrazione telematica dei contratti di locazione

Dal primo marzo tutto via rete, sia la registrazione che il pagamento del tributo

Thumbnail
Gli sviluppi del servizio. Il servizio telematico dell'Agenzia delle Entrate, ormai ampiamente collaudato e apprezzato dagli utenti, che inviano già da tre anni le dichiarazioni dei redditi tramite la rete, cerca nel 2002 di consolidare il proprio successo entrando nel settore del registro.
Già col DM del 24/12/99 è stata introdotta la registrazione telematica dei contratti di locazione per i grandi utenti.
Nel 2001 sono stati registrati telematicamente 13.265 contratti di locazione, per lo più tramite associazioni e federazioni nazionali che costituiscono emanazione di enti, quali gli Istituti Autonomi Case Popolari, e aziende di edilizia residenziale pubblica. Sebbene rispetto all'anno precedente vi sia stato un notevole incremento, in quanto nel 2000 nessun soggetto era abilitato e nessun invio è pervenuto, nella sostanza l'utilizzo di questo servizio è rimasto ancora marginale, in relazione alle proprie potenzialità.
La causa, forse, è imputabile al fatto che, fino al D.P.R. 404 del 5/10/01 solo i possessori di almeno 100 unità immobiliari - (Assicurazioni, Comuni e Banche nella sostanza) - avevano la facoltà di registrare per via telematica i contratti di locazione.
Dal primo marzo del 2002 sarà invece a regime un vero e proprio obbligo giuridico, per questi utenti, di provvedere alla registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto.
Tutti gli altri contribuenti, siano essi utenti Internet o Entratel, piccoli o grandi proprietari, potranno registrare telematicamente il contratto di locazione e di affitto, con le stesse modalità e vantaggi.
L'importanza di questo servizio è duplice:
- i contribuenti non dovranno più mettersi in coda, perdendo tempo e giornate di lavoro per pagare l'imposta con il modello F23 in banca, consegnare il contratto all'ufficio e quindi tornare presso lo stesso ufficio per ritirarlo
- gli uffici finanziari vedranno gradualmente ridursi un lavoro - la registrazione - che li impegna molto, sottraendo tempo e risorse alle mansioni di accertamento e controllo.

La procedura di registrazione. La procedura ideata per la registrazione è sempre la stessa: l'Agenzia mette a disposizione un software, targato Sogei, che permette di inviare il contratto da registrare, previamente autenticato con il metodo delle chiavi asimmetriche o del Pincode.
Con la circolare n. 3 del 7/1/02, l'Agenzia ha preannunciato la prossima uscita di un software di compilazione - che sarà scaricabile gratuitamente dal sito www.agenziaentrate.it - per alcune tipologie di contratto.
Si tratta dei contratti maggiormente diffusi fra i cosiddetti piccoli utenti del servizio: locazione ad uso abitativo, locazione ad uso abitativo a canone convenzionato, locazione ad uso abitativo di natura transitoria, locazione di natura transitoria per studenti.
In ogni modo, chiunque può utilizzare un proprio software o un software disponibile sul mercato che rispecchi il contenuto e le caratteristiche tecniche individuate dal provvedimento n. 228994 del 12/12/01 dell'Agenzia delle Entrate.
Il pagamento dell'imposta di registro avviene anch'esso telematicamente, tramite addebito su conto corrente bancario aperto presso una delle banche convenzionate con l'Agenzia delle Entrate (l'elenco si trova sul sito www.agenziaentrate.it).
In pratica l'utente non è più tenuto a sottoscrivere presso la propria banca il modello RID, ma potrà semplicemente provvedere al pagamento dell'imposta tramite l'ormai navigato F24 telematico.
Una volta effettuato il pagamento e inviato telematicamente il contratto, il contribuente riceverà dall'Agenzia sia un file di ricevuta che rappresenta, a tutti gli effetti, la prova dell'avvenuta registrazione del contratto, sia un file di ricevuta del versamento.
Tutti gli utenti - Entratel e Internet - già abilitati all'invio delle dichiarazioni dei redditi, potranno effettuare la registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto, senza nessun ulteriore onere, in quanto l'abilitazione in loro possesso comprende già tale servizio.
Potranno, quindi, conservare la medesima busta o pincode. Per tutti gli altri soggetti, privi di abilitazione, sarà sufficiente munirsi di autorizzazione: gli utenti tenuti alla presentazione delle dichiarazioni modello 770 in relazione ad un numero di soggetti non superiore a venti, o non tenuti affatto alla presentazione di tale dichiarazione richiederanno l'attribuzione del Pincode per l'accesso al servizio telematico Internet; viceversa, i contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione modello 770, in relazione ad un numero di soggetti superiore a venti, dovranno richiedere l'autorizzazione al servizio telematico Entratel.
Dal primo marzo del 2002 sarà invece a regime un vero e proprio obbligo giuridico, per questi utenti, di provvedere alla registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto.
Tutti gli altri contribuenti, siano essi utenti Internet o Entratel, piccoli o grandi proprietari, potranno registrare telematicamente il contratto di locazione e di affitto, con le stesse modalità e vantaggi.

Gli intermediari. Non bisogna dimenticare, infine, che tutti i soggetti - sia quelli obbligati alla registrazione telematica, sia quelli che ne hanno la mera facoltà - possono in ogni caso avvalersi degli intermediari abilitati.
Oltre ai normali intermediari del fisco telematico, il provvedimento n. 228994 ha individuato delle nuove tipologie di intermediari specificamente abilitati alla registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto:
- le organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori maggiormente rappresentative a livello nazionale, firmatarie delle convenzioni nazionali stipulate e stipulande ai sensi dell'art 4, comma 1 della Legge 9 dicembre 1998 n. 431;
- le agenzie immobiliari, iscritte negli albi dei mediatori tenuti dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato.
Potranno inoltre essere abilitati altri soggetti che in base alla loro organizzazione e ai mezzi tecnici, economici e finanziari di cui dispongono siano in grado di assicurare il tempestivo adempimento degli obblighi tributari.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/decolla-nel-2002-registrazione-telematica-dei-contratti-locazione