Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Dicembre chiude "alla grande" le ristrutturazioni 2005

La Finanziaria proroga di un altro anno l'agevolazione, la detrazione torna al 41 per cento

Thumbnail

Non era certo necessario aspettare i dati di fine anno per attestare il grado di apprezzamento che il bonus ristrutturazioni, che di proroga in proroga ha iniziato il suo nono anno di vita, continua a riscuotere presso le famiglie italiane.
In ogni caso, il mese di dicembre 2005 ha lasciato il segno, andando ad occupare, con 35.461 comunicazioni di inizio lavori pervenute al Centro operativo di Pescara, il gradino più alto del podio nel confronto con lo stesso mese degli anni precedenti, dal 1998 a oggi.
Volendo sottolineare il valore della performance, basta pensare che dicembre 2002 - nella serie storica, il miglior anno in assoluto - si era chiuso con 27.758 comunicazioni.

I 35.461 invii di dicembre 2005 (+ 27,75 per cento sullo stesso mese del 2002, + 28,82 per cento rispetto al 2003, + 30 per cento nel confronto con dicembre 2004) portano il totale delle comunicazioni presentate nel 2005 a 342.396, per un totale generale dal 1998, primo anno di applicazione dell'agevolazione, di 2.452.412.



Nella suddivisione per macroaree geografiche, resta all'incirca invariata l'incidenza delle quattro zone sul totale nazionale, con il Nord-Ovest (35,01 per cento) e il Nord-Est (34,70 per cento) che rosicchiano uno 0,2 per cento al Centro (18,19 per cento rispetto al precedente 18,21 per cento), e il Mezzogiorno che resta ferma al 12,10 per cento dell'insieme delle comunicazioni.

A trainare l'exploit mensile sono state l'Emilia Romagna, con un incremento del 15,82 per cento a livello regionale (mentre la provincia di Parma, rispetto a novembre, segna addirittura un + 81 per cento), il Piemonte, con un aumento del 15,46 per cento, e la Lombardia, con un + 14,05 per cento.

Le novità introdotte dalla Finanziaria 2006, riportano l'agevolazione per la detrazione Irpef sulle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione o di recupero del patrimonio edilizio all'aliquota originaria, il 41 per cento, confermando il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione, 48mila euro.
L'importo massimo che si può recuperare è così di 19.680 euro in dieci anni, tranne che per i contribuenti che hanno compiuto 75 e 80 anni che possono ripartire la detrazione, rispettivamente, in cinque e tre anni.
L'Iva sui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria torna all'aliquota ordinaria del 20 per cento.
Restano invariate le altre regole: il contribuente, quindi, per poter usufruire della detrazione Irpef sulle spese sostenute per ristrutturare o manutenere l'immobile, tra le altre cose, deve eseguire il pagamento tramite bonifico bancario o postale, dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale di chi sostiene la spesa e il codice fiscale (o la partita Iva) del beneficiario del pagamento.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/dicembre-chiude-alla-grande-ristrutturazioni-2005