Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Festività natalizie: fino al 6 gennaio
stop alla notifica di 300mila atti

La sospensione è un’iniziativa realizzata da Riscossione, d’intesa con gli operatori postali, per facilitare gli adempimenti fiscali e garantire maggiore fruibilità dei servizi ai contribuenti

stop natale

Zero cartelle nella cassetta della posta e nella pec (posta elettronica certificata) dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Agenzia delle entrate-Riscossione sospende l’attività di notifica di quasi tutti gli atti – cartelle e avvisi – con l’obiettivo di non creare inutili disagi durante le festività natalizie, evitando il recapito di richieste di pagamento in questo particolare periodo dell’anno.

Nelle due settimane di sospensione era prevista la spedizione di circa 322 mila atti che invece resteranno “congelati”, ad eccezione di poche migliaia di casi cosiddetti inderogabili (quasi 17 mila) che saranno comunque notificati, per la maggior parte con la posta elettronica certificata.
L’iniziativa decisa dai vertici di Agenzia delle entrate-Riscossione, d’intesa con gli operatori postali, nel dettaglio prevede la sospensione della notifica di 305 mila atti che sarebbero altrimenti arrivati per posta.
La notifica di cartelle e avvisi riprenderà, ovviamente, dopo il periodo di sospensione.
Lo stop delle cartelle durante le festività si inserisce nel percorso di miglioramento del rapporto tra Agenzia delle entrate-Riscossione, cittadini, professionisti e imprese. L’iniziativa si aggiunge infatti a quelle già realizzate dall’ente di riscossione per facilitare gli adempimenti fiscali e garantire una maggiore fruibilità dei servizi ai contribuenti.

Cartelle sotto controllo con i servizi online
I contribuenti possono utilizzare da pc, smartphone e tablet i servizi disponibili sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’app Equiclick.

Utilizzando i servizi online dell’agente della riscossione i contribuenti sono in grado di:

  • verificare la propria situazione debitoria, chiedere la rateizzazione o la sospensione delle cartelle e controllare l’esistenza di eventuali richieste di pagamento;
  • con il servizio “SMS – Se Mi Scordo” ricevere un sms o una email che segnala la scadenza di una rata o l’arrivo di una nuova cartella, infatti, i contribuenti possono richiedere di ricevere messaggi sul cellulare o posta elettronica per essere informati dell’arrivo di una nuova cartella e se all'Agenzia delle entrate-Riscossione è stata affidata la riscossione di una somma a loro carico. Inoltre, è possibile richiedere un promemoria di ciascuna delle rate della definizione agevolata (per chi ha aderito alla cosiddetta rottamazione delle cartelle), oppure ottenere una segnalazione in caso di rischio di decadenza da un piano di rateizzazione in corso perché non si è in regola con i relativi pagamenti;
  • richiedere una copia della Comunicazione delle somme dovute con i bollettini di pagamento, utile ai contribuenti che hanno aderito ai provvedimenti di “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio” delle cartelle. È possibile ottenere la copia della lettera sia nell’area riservata del portale, accendendo con le credenziali personali e scaricandola direttamente, sia nell’area pubblica, senza necessità di pin e password, basta allegare un documento di riconoscimento e compilare la scheda “Richiesta comunicazione” presente nelle sezioni del sito dedicate ai due provvedimenti: “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio”. In tal caso, verranno inviate tutte le comunicazioni relative a “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio” riferite al codice fiscale inserito nella richiesta.

I servizi web di Agenzia delle entrate-Riscossione sono disponibili tutti i giorni, 24 ore su 24, dando così la possibilità ai contribuenti di svolgere le operazioni durante il periodo e gli orari più consoni alle proprie necessità.

Inoltre, per chi desidera recarsi presso uno degli sportelli dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, e ricevere assistenza su cartelle, avvisi e procedure di riscossione, è possibile fissare  un appuntamento, senza tempi di attesa, con il servizio “Prenota ticket” accessibile dal sito dell’agente della Riscossione e dall’app Equiclick.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/festivita-natalizie-fino-al-6-gennaio-stop-alla-notifica-300mila-atti