Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Finanziaria: la Camera dà l'ok. A palazzo Madama per il rush finale

Riformulata dal maxiemendamento approvato in Commissione Bilancio, incassa la fiducia di Montecitorio

Thumbnail
La legge finanziaria per il 2010 si avvia a tagliare il traguardo finale. Con 307 voti favorevoli, 267 contrari e 2 astenuti, la Camera dei deputati ha dato il suo imprimatur al provvedimento, che ora si trasferisce al Senato per concludere, entro la prossima settimana, il suo iter parlamentare.
Vediamo quali sono le principali misure di interesse fiscale.

Taglio dell'acconto Irpef 2009
I contenuti del Dl 168/2009 (in assenza di conversione in legge), che ha previsto la riduzione di venti punti percentuali (dal 99 al 79%) dell'acconto Irpef 2009, differendone il versamento al 16 giugno 2010 in occasione del saldo, vengono trasferiti nella legge finanziaria 2010. In particolare, viene ribadito che:
  • i sostituti d'imposta che non hanno tenuto conto del taglio dell'acconto devono restituire l'imposta trattenuta in eccedenza con gli emolumenti corrisposti a dicembre
  • i contribuenti che, alla data del 24 novembre 2009 (data di entrata in vigore del decreto legge 168/2009), hanno effettuato il versamento dell'acconto sulla base della normativa previgente, spetta un credito per l'eccedenza d'imposta versata a titolo di acconto Irpef, recuperabile attraverso lo strumento della compensazione. Si ricorda che, a tal fine, con la risoluzione n. 284/E del 15 dicembre è stato istituito lo specifico codice tributo 4035.


Agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie
Viene confermato anche per l'anno 2012 il beneficio fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Per i lavori fatturati fino al 31 dicembre 2012, dunque, rimane stabile la detrazione Irpef del 36% delle spese sostenute, per un importo non superiore a 48mila euro per ciascuna unità immobiliare. Per poterne usufruire, è necessario indicare il costo della manodopera in fattura.

Confermata anche l'agevolazione spettante agli acquirenti o agli assegnatari di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative edilizie che poi provvedono all'alienazione degli immobili. In questo caso, spetta una detrazione del 36% calcolata sul 25% del prezzo indicato nell'atto, comunque entro il limite di 48mila euro. Il termine entro il quale devono essere eseguiti gli interventi è prorogato al 31 dicembre 2012, quello per la stipula dell'atto al 30 giugno 2013.

Viene infine inserita a regime l'aliquota Iva al 10% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa, agevolazione che, fino al 2009, era rinnovata di anno in anno in via transitoria.

Esenzione fiscale per le vittime del terrorismo
Per le vittime del terrorismo e i loro superstiti viene sancita l'esenzione dal pagamento dell'imposta di registro quando sono parti in causa in un procedimento civile, penale, amministrativo o contabile dipendente da atti di terrorismo o da stragi di tale matrice.

Detassazione dei premi di produttività
Confermata per il 2010 la tassazione agevolata a favore dei lavoratori dipendenti del settore privato, con un reddito di lavoro subordinato nel 2009 non superiore a 35mila euro, in relazione ai compensi legati agli incrementi di produttività aziendale. L'ammontare massimo di remunerazione agevolabile è pari a 6mila euro.
Irpef più leggera anche per le Forze armate. Viene ribadita per il 2010 la riduzione dell'Irpef (e relative addizionali) sul trattamento economico accessorio del personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, con reddito complessivo di lavoro dipendente non superiore a 35.000 euro.

Abruzzo: più tempo per il recupero delle imposte e cedolare fissa sugli affitti
Per i contribuenti colpiti dal terremoto dell'Abruzzo, la Finanziaria sposta da gennaio a giugno 2010 la scadenza della prima rata per la restituzione delle imposte e dei contributi sospesi. Le somme, inoltre, potranno essere dilazionate in un numero maggiore di rate, 60 anziché 24.

Viene inoltre introdotta, in via sperimentale per l'anno 2010, l'applicazione dell'imposta sostitutiva del 20%, in luogo dell'Irpef ordinaria e delle relative addizionali regionale e comunale, sui redditi di locazione riguardanti contratti a canone concordato stipulati tra persone fisiche che non agiscono nell'esercizio d'impresa, arte o professione e relativi a immobili ubicati nella provincia dell'Aquila e destinati a uso abitativo.

Rivalutazione partecipazioni e terreni
La Finanziaria offre ancora una volta l'opportunità di rideterminare il valore d'acquisto delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e dei terreni edificabili e con destinazione agricola. Oggetto di rivalutazione possono essere i beni posseduti alla data del 1° gennaio 2010. La redazione e il giuramento della perizia devono essere effettuati entro il 31 ottobre 2010. Stessa scadenza per il versamento della relativa imposta sostitutiva, il cui pagamento potrà avvenire anche in tre quote annuali di pari importo: la prima rata va soddisfatta comunque entro la stessa data del 31 ottobre 2010, sulle successive sono dovuti gli interessi nella misura del 3% annuo, da versare contestualmente.

Più fondi per ricerca e sviluppo
Sono incrementate di ulteriori 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2010 e 2011 le risorse stanziate per il credito d'imposta in favore delle imprese che effettuano investimenti nell'attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo (legge 296/2006, articolo 1, commi da 280 a 283).
Il beneficio è pari al 10% della spesa sostenuta ovvero al 40% se riferita a contratti stipulati con università ed enti pubblici di ricerca; in ogni caso, il costo massimo agevolabile non può essere superiore a 50 milioni annui.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/finanziaria-camera-lok-palazzo-madama-rush-finale