Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Ine e Parametri professioni.
On line le bozze per il 2012

Prosegue la stagione di preparazione alle dichiarazioni relative all’anno 2011. In linea altre quattro versioni in prova di moduli che dovranno essere allegati a Unico 2012

Thumbnail
Pieno ritmo per la fabbrica dei moduli da utilizzare per le dichiarazioni fiscali 2012. È la volta della pubblicazione on line delle bozze dei tre modelli Ine, riservati a società di capitali, società di persone e persone fisiche e di Parametri professioni, dedicato agli esercenti arti e professioni. In ogni caso interessano solo quei contribuenti che non applicano gli studi di settore. Si tratta di modelli che viaggiano in tandem con Unico al quale vanno allegati.
 
In essi andranno riportate le informazioni che consentono all’Agenzia delle Entrate di individuare gli elementi utili alla rilevazione della presenza di ricavi o compensi non dichiarati ovvero di rapporti di lavoro irregolare, come stabilito dal comma 19, articolo 1, della Finanziaria 2007.
Non devono essere, quindi, confusi con gli “altri” indicatori di normalità economica individuati dall’articolo 10-bis della legge 146/1998 e inseriti negli studi di settore attraverso la procedura Gerico, finalizzati alla determinazione di ricavi, compensi e corrispettivi imputabili alla specifica attività svolta dal contribuente.
 
Per comprendere meglio la differenza tra le due categorie, va detto che, mentre con Gerico i contribuenti hanno la possibilità di confrontare la propria posizione rispetto alla “normalità” rientrante nello studio di settore che li riguarda, nell’altro caso, che obbliga alla compilazione del modello Ine, gli indicatori serviranno all’Agenzia delle Entrate per selezionare i soggetti da sottoporre a controllo.
 
Non devono compilare l’Ine i contribuenti che determinano il reddito forfetariamente, le persone fisiche che rientrano nel regime dei “minimi”, gli incaricati alle vendite a domicilio, le amministrazioni e gli enti pubblici, le assicurazioni, le banche, le poste, le imprese di investimento, gli organismi di investimento collettivo del risparmio, le società di gestione del risparmio, le società fiduciarie e gli altri intermediari finanziari.
 
I modelli per le società di persone e per le persone fisiche sono composti da tre sezioni dedicate rispettivamente alle imprese in contabilità semplificata, a quelle in contabilità ordinaria e ai lavoratori autonomi (quadri RG, RF e RE di Unico).
Soltanto due righi nel modulo predisposto per le società di capitali, dove comunicare il numero delle giornate retribuite ai dipendenti e il numero dei collaboratori coordinati e continuativi che prestano l’attività prevalentemente nell’impresa.

Infine, come anticipato, in Rete anche la bozza del modello Parametri Professionisti, anch’esso parte integrante di Unico 2012 e relativo ai redditi 2011.
È riservato, in linea generale, agli esercenti arti e professioni per i quali non sono stati approvati gli studi di settore, ovvero, anche se approvati, operano condizioni di inapplicabilità, non estensibili ai parametri, individuate nei decreti di approvazione degli studi stessi.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/ine-e-parametri-professioni-on-line-bozze-2012