Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Iota: per il terzo anno consecutivo
l’Agenzia è nel Consiglio esecutivo

Partecipando attivamente agli eventi dell’Organizzazione, si è guadagnata sul campo un posto d’onore in un contesto che vede coinvolti numerosi Paesi a livello paneuropeo

Thumbnail
Nel corso della 17^ Assemblea generale Iota, che quest’anno si è svolta a Berna il 27 e 28 giugno scorsi, l’Italia – rappresentata dall’Agenzia delle Entrate – è stata rieletta membro del Consiglio esecutivo dell’Organizzazione.
 
Cos’è Iota
Iota (Intra-European Organisation of Tax Administrations) è una organizzazione intergovernativa no profit, con sede a Budapest, che fornisce supporto e assistenza alle Amministrazioni fiscali di 46 Stati membri dell’area europea.
Iota promuove la cooperazione tra gli Stati attraverso lo scambio di esperienze e best practices finalizzato a una più efficace amministrazione dei tributi, al perseguimento della tax compliance e al miglioramento dei servizi offerti ai contribuenti. In breve, i valori dell’organizzazione possono essere riassunti dalle seguenti tre parole: professionalità, trasparenza e cooperazione.
 
La strategia Iota, per il quinquennio 2012-2017, approvata a luglio 2012 nel corso dell’Assemblea generale di Oslo, ha rafforzato i valori sopra esposti, orientando nettamente l’attività dell’Organizzazione verso un più esteso soddisfacimento dei bisogni degli Stati membri, da un lato, e una gestione più efficace ed efficiente delle attività Iota, dall’altro.
 
La nuova linea prevede quattro obiettivi strategici (suddivisi a loro volta in obiettivi operativi):
  1. sviluppare un programma di lavoro relativo alle seguenti core areas:
    • incrementare il livello di tax compliance e la riscossione dei tributi
    • produrre servizi ai contribuenti riducendo gli oneri amministrativi
    • comprimere i costi a carico delle amministrazioni fiscali
  2. adottare un approccio innovativo per lo sviluppo di prodotti e processi amministrativi e far uso delle nuove tecniche dell’information technology
  3. organizzare eventi tecnici secondo i migliori standard internazionali e migliorare la qualità delle pubblicazioni Iota al fine di soddisfare i bisogni dei suoi membri
  4. pubblicizzare l’identità, il ruolo e le esperienze dello Iota nei confronti dei partner internazionali.
Partecipazione italiana a Iota
Nel 2006 l’Italia è diventata membro effettivo di Iota e, nel 2008, l’Agenzia delle Entrate ha assunto il ruolo di rappresentante di tutta l’Amministrazione fiscale italiana in seno all’Organizzazione, con annesse le relative funzioni di coordinamento.
Tale proiezione internazionale a carattere esclusivo dell’Agenzia garantisce un’importante vetrina per la promozione dell’immagine in un contesto che vede coinvolti numerosi Paesi a livello paneuropeo. Per altro verso, l’Agenzia ha sempre attivamente partecipato agli eventi Iota.
 
Iota si differenzia da altre istituzioni (Ue, Ocse, eccetera) per il carattere prevalentemente “operativo” delle attività messe in campo, con una spiccata finalità formativa dei partecipanti agli eventi (seminari, workshop, forum) sia sotto il profilo strettamente tecnico sia sotto il più ampio profilo della dimestichezza con un contesto internazionale.
 
I funzionari e dirigenti dell’Agenzia che partecipano ai seminari Iota – non solo come discenti, ma anche in qualità di docenti – si misurano e si confrontano su problematiche applicative di rilievo per l’Amministrazione fiscale, sia in ambito prettamente tributario (analisi del rischio, attività di controllo, cooperazione internazionale, voluntary compliance, servizi ai contribuenti) sia organizzativo (risorse umane, management & benchmarking, qualità).
Dal 2011, l’Agenzia rappresenta l’Italia in seno al Consiglio esecutivo Iota, organo statutario di indirizzo, coordinamento e supervisione, composto dai rappresentanti di otto Stati membri e presieduto dal Commissioner dello Stato della Presidenza di turno.
 
Assemblea generale Iota 2013
L’Assemblea generale (organo supremo di Iota, nel quale i rappresentanti degli Stati membri decidono in merito alle questioni di maggior rilevanza strategica) è un evento che si svolge annualmente nello Stato della presidenza di turno e al quale partecipano i vertici delle Amministrazioni fiscali dei Paesi membri, i rappresentanti di numerose organizzazioni internazionali, professionisti, ricercatori e accademici.
 
La 17^ Assemblea generale, quest’anno, si è svolta a Berna il 27 e 28 giugno scorsi, in chiusura dell’esercizio di Presidenza svizzera.
Il tema professionale, oggetto della sessione tecnica dell’Assemblea, è stato “La cooperazione internazionale come fattore chiave della lotta ai comportamenti illegittimi dei contribuenti: le nuove sfide per la tutela delle entrate fiscali”.
 
Nel corso di tale sessione, Salvatore Lampone, direttore centrale dell’Accertamento, ha effettuato la presentazione dell’applicativo elaborato dall’Agenzia per la gestione dei dati derivanti dallo scambio automatico di informazioni. In particolare, ha fornito una descrizione dell’utilizzazione, per fini di controllo, delle informazioni pervenute dall’estero su soggetti residenti in Italia, con i relativi esiti.
 
Numerosi altri interventi hanno messo in luce il forte interesse degli Stati a un rafforzamento della cooperazione tra le Amministrazioni fiscali, allo scopo di massimizzare l’efficacia dell’attività di controllo, di garantire la salvaguardia delle entrate tributarie e di mantenere alti livelli di adempimento spontaneo degli obblighi tributari da parte dei contribuenti.
 
L’Assemblea è stata, quindi, un’importante luogo di discussione e condivisione delle best practices nel settore della cooperazione internazionale, in chiave di rimozione degli ostacoli alla mutua assistenza e di promozione dell’uso efficiente delle informazioni scambiate tra gli Stati.
In occasione dell’Assemblea, il Consiglio esecutivo uscente ha altresì illustrato lo stato di avanzamento dei lavori svolti nel corso dell’esercizio appena concluso per la costruzione della cosiddetta “piattaforma informativa delle amministrazioni fiscali”, finalizzata alla raccolta di ogni sorta di informazioni sui sistemi fiscali vigenti negli Stati membri Iota, ai fini della successiva fruizione da parte degli stessi Stati per la produzione di analisi statistiche/comparative e, anche, per fini di decision-making.
 
Rielezione dell’Italia al Consiglio esecutivo Iota
Nel corso della 17^ Assemblea generale è stata accolta favorevolmente, per il terzo anno consecutivo, la candidatura italiana al Consiglio esecutivo dell’Organizzazione.
Pertanto, il Consiglio appena eletto, per il periodo 2013/2014, è composto dai rappresentanti delle Amministrazioni fiscali dei seguenti Paesi: Serbia (presidenza), Austria, Azerbaijan, Repubblica Ceca, Finlandia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito.
L’Agenzia delle Entrate conferma, dunque, la propria presenza in campo internazionale, attraverso la partecipazione attiva e mirata alla gestione di un organismo internazionale di preminente interesse.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/iota-terzo-anno-consecutivo-lagenzia-e-nel-consiglio-esecutivo