Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

In Lettonia misure ad hoc contro la speculazione immobiliare

Le novità introdotte sono finalizzate a incrementare la tassazione sulle plusvalenze derivanti dalla vendita di beni immobili

Thumbnail
Lo scorso 19 aprile il Parlamento lettone ha approvato in prima lettura alcune novità fiscali relative alla tassazione delle persone fisiche e delle società. Successivamente, il 29 maggio 2007, le novità fiscali sono state definitivamente approvate dal Parlamento con alcune modifiche. Le novità introdotte sono finalizzate a incrementare la tassazione sulle plusvalenze derivanti dalla vendita di beni immobili situati in Lettonia. In particolare è stato stabilito che la vendita di una partecipazione societaria caratterizzata da un prevalente investimento in beni immobili viene tassato in Lettonia come se fosse stato venduto il bene immobile. La norma ha effetto sia per i residenti che i non residenti. Molti operatori, infatti, cedevano i beni di secondo livello (le partecipazioni) in luogo dei beni di primo livello (gli immobili) in modo da beneficiare dell’esenzione sui capital gain. Sono in ogni caso esenti le plusvalenze derivanti da immobili detenuti per almeno 5 anni (inizialmente il periodo di detenzione era stato fissato in soli 3 anni). L’esenzione è tuttavia concessa solamente se il fabbricato è stato adibito a residenza del contribuente per almeno un anno prima della vendita.

La clausola di salvaguardia
Inoltre è stata introdotta una clausola di salvaguardia in base alla quale i beni immobili posseduti alla data del 12 giugno 2007 rientreranno nella disciplina previgente se l’alienazione avviene entro il 1° luglio 2010. L’esenzione sarà accordata in caso di detenzione del bene per almeno un anno. Ulteriori modifiche riguardano la deducibilità di premi per assicurazioni sulla vita e per la contribuzione ai fondi pensione che passa dal 10 al 20 per cento del reddito imponibile annuo.

Novità per le società
Le società sono regolate da una legge del 9 febbraio 1995 che ha subìto nel corso degli anni varie modifiche. I soggetti residenti sono tassati sul reddito ovunque prodotto con l’aliquota ordinaria attualmente fissata al 15 per cento. I non residenti sono ovviamente tassati solamente sul reddito prodotto in Lettonia. In questo caso il prelievo fiscale viene attuato sotto forma di ritenuta alla fonte che viene operata sui pagamenti con un’aliquota che oscilla tra il 5 ed il 15 per cento. Le modifiche previste per le persone fisiche valgono anche per le società per cui anche in questo caso le società immobiliari saranno assimilate agli immobili e tassate con una ritenuta alla fonte del 2 per cento. Si tratta comunque di una tassazione molto modesta. Le plusvalenze derivanti dalla vendita di partecipazioni. nelle quali meno della metà dei beni sono costituiti da beni immobili, continueranno a beneficiare dell’esenzione.

La deducibilità degli ammortamenti
Una ulteriore modifica riguarda una piccola "stretta" relativa alla deducibilità degli ammortamenti dei mezzi di trasporto acquisiti dal 1° luglio 2007 che passerà dal 40 al 30 per cento del costo dei beni. Il 29 maggio, in sede di approvazione definitiva, sono state introdotte misure volte a recepire la direttiva madre figlia in materia di flussi di dividendi. È previsto che i dividendi pagati all’area economica europea (quindi Unione europea, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) saranno esenti da ritenuta alla fonte a prescindere dalla soglia di partecipazione e dal periodo minimo di detenzione. La direttiva del 1990 è stata quindi recepita in modo molto generoso in quanto, per evitare comportamenti di pura speculazione, era possibile imporre un periodo di detenzione di due anni e una soglia di partecipazione di almeno il 20 per cento.

Il confronto con la normativa italiana
Nel caso dell’Italia, l’articolo 27 bis del Dpr 600/73, recentemente modificato ad opera del decreto legislativo n. 49 del 6 febbraio 2007, impone una partecipazione del 20 per cento e un periodo di detenzione di almeno un anno.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/lettonia-misure-ad-hoc-contro-speculazione-immobiliare