Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

L'Italia dei protestati: geografia nazionale degli atti levati nel 2004

Di nuovo in crescita, sia di numero che di importo, dopo l'andamento discendente degli anni precedenti

Thumbnail


Sono 1.688.879 per un valore di 4.144.866.033 euro i protesti levati in Italia nel 2004.
Per circa il 50% del valore, sono rappresentati da assegni bancari (quasi 2.270.000.000 euro), mentre numericamente gli assegni rappresentano poco meno del 32% (539.751), con la conseguenza che il valore medio dell'assegno scoperto e protestato si aggira intorno ai 4.205 euro. Per il resto, concorrono vaglia cambiari e cambiali tratte.

E' questo il quadro che emerge dalle ultime elaborazioni Istat che, se comparate a quelle degli anni precedenti, evidenziano anche un'ulteriore circostanza non molto felice: dopo l'andamento discendente degli anni passati, nel 2004 il numero e l'importo dei protesti è di nuovo aumentato, sia rispetto al 2003 sia rispetto al 2002.

Questo, in sintesi, l'andamento dei protesti negli ultimi tre anni:

Numero protesti
Ammontare protesti
2002
1.678.927
3.499.261.208
2003
1.640.222
3.917.120.672
2004
1.688.879
4.144.866.033


Come emerge dunque dalla tabella, nell'anno 2004 si è registrato un incremento sia in termini di numero di protesti levati, sia di importi protestati.

La distribuzione territoriale dei protesti
Dai dati (tabella 1) emerge che, in valore assoluto, è la Campania a guidare la classifica degli importi più alti protestati (736.085.101 euro), seguita da Lombardia (697.104.240 euro) e Lazio (691.561.685 euro).
Per numero di protesti è invece il Lazio a guidare l'ideale classifica (281.366), seguito da Lombardia (276.078) e Campania (258.393).

Gli assegni bancari
Entrando nel dettaglio della composizione dei protesti ed esaminando in particolare gli assegni bancari, emergono una serie di circostanze abbastanza singolari:
  1. in Campania c'è l'importo complessivo più elevato di assegni scoperti (446.281.007 euro), seguono il Lazio (432.006.355 euro) e la Lombardia (393.948.855 euro)
  2. il primato del numero di assegni protestati più elevato in assoluto è detenuto dal Lazio con 129.190 assegni, seguono la Lombardia (121.739) e la Campania (92.767 assegni).

Con la tabella 2 è stato calcolato l'importo medio degli assegni protestati (rapporto tra valore degli assegni e numero di assegni protestati).
In sostanza, più è alto tale rapporto e più, verosimilmente, si è in presenza, di importi considerevoli dei titoli protestati rispetto al loro numero.
Si segnalano le seguenti circostanze:

  • la regione che presenta l'importo medio unitario più elevato di assegni protestati è il Trentino Alto Adige con 11.352 euro, seguono la Valle d'Aosta (9.422 euro) e il Veneto (7.735)
  • la regione che presenta invece l'importo medio unitario più basso di assegni protestati è la Lombardia (3.236 euro), seguono il Lazio (3.344 euro) e la Sicilia (3.890 euro).

Sempre con l'ausilio della medesima tabella, vediamo ora quali sono le prime cinque province con importo medio unitario più elevato di assegni bancari protestati:

Provincia
Numero assegni
Ammontare assegni
bancari protestati
Importo medio in euro
assegno protestato
Arezzo
955
14.151.974
14.819
Bolzano (Bozen)
427
5.441.447
12.473
Gorizia
155
1.728.684
11.153
Rovigo
605
6.410.202
10.595
Trento
738
7.784.145
10.548
Media Nazionale
539.751
2.269.762.391
4.205


Queste, invece, le cinque province italiane con importo medio unitario più basso di assegni bancari protestati:

Provincia
Numero assegni
Ammontare assegni
bancari protestati
Importo medio in euro
assegno protestato
Milano
105.693
306.282.965
2.898
Oristano
335
1.008.461
3.010
Imperia
738
2.249.468
3.048
Roma
118.735
381.663.033
3.214
Catania
12.367
41.507.714
10.548
Media Nazionale
539.751
2.269.762.391
4.205


Si noti poi che a parità di assegni protestati (738) a Trento, Udine e Imperia l'ammontare complessivo varia come segue:
- Trento: 7.784.145 euro
- Udine: 4.466.962 euro
- Imperia: 2.249.468 euro.

In provincia di Aosta e di Sondrio sono stati protestati 185 assegni nell'anno 2004, ma gli importi complessivi di tali assegni sono così differenti:
- Aosta: 1.743.068 euro
- Sondrio: 1.059.818 euro.

Si noti ancora che in provincia di Crotone sono stati protestati 2.169 assegni, mentre in provincia di Verona 2.168, ma anche in questo caso (con una differenza di gran lunga più evidente) gli importi complessivi di tali protesti sono a Crotone 8.587.525 euro, mentre a Verona 18.444.795.

Il confronto con la popolazione residente
Nel tentativo di comprendere come si sviluppa in concreto il fenomeno dei protesti sul territorio, viene introdotto un elemento importante con cui confrontare i citati dati in valore assoluto: la popolazione residente in ogni singola regione nel medesimo anno 2004.
Rapportando così i dati sui protesti, rispetto alla popolazione residente suddivisa per regione (tabella n. 3) è possibile stilare una ideale classifica percentuale dei protestati (rapporto tra numero protesti e popolazione residente) e dei protesti pro capite (rapporto tra ammontare protesti e popolazione residente).
Il primo dato interessante è la media nazionale:
  1. è del 2,89% il rapporto (media nazionale) tra numero dei protesti e popolazione residente
  2. è di 71 euro il protesto medio pro capite.

A guidare la classifica delle regioni con protesti più alti pro capite sono:

Regione
Ammontare
protesti in euro
Popolazione
residente
Protesti
pro capite in euro
Lazio
691.561.685
5.269.972
131
Campania
736.085.101
5.788.986
127
Calabria
180.151.463
2.009.268
90
Abruzzo
103.988.818
1.299.272
80
Marche
120.449.627
1.518.780
79
Media Nazionale
4.144.866.033
58.462.375
71


Invece, le regioni con protesti più bassi pro capite sono:

Regione
Ammontare
protesti in euro
Popolazione
residente
Protesti
pro capite in euro
Friuli Venezia Giulia
27.744.442
1.204.718
23
Trentino Alto Adige
24.163.616
974.613
25
Liguria
44.640.850
1.592.309
28
Piemonte
140.359.012
4.330.172
32
Valle d'Aosta
4.562.547
122.868
37
Media Nazionale
4.144.866.033
58.462.375
71


Le regioni con percentuale più alta di numero protesti rispetto alla popolazione sono:

Regione
Numero protesti
Popolazione
residente
% protestati
Lazio
281.366
5.269.972
5,34
Campania
258.393
5.788.986
4,46
Calabria
70.938
2.009.268
3,53
Abruzzo
45.099
1.299.272
3,47
Sicilia
153.679
5.013.081
3,07
Media Nazionale
1.688.879
58.462.375
2,89


Le regioni con percentuale più bassa di numero protesti rispetto alla popolazione sono:

Regione
Numero protesti
Popolazione
residente
% protestati
Trentino Alto Adige
6.921
974.613
0,71
Veneto
51.084
4.699.950
1,09
Friuli Venezia Giulia
13.705
1.204.718
1,14
Valle d'Aosta
1.638
122.868
1,33
Liguria
25.748
1.592.309
1,62
Media Nazionale
1.688.879
58.462.375
2,89
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/litalia-dei-protestati-geografia-nazionale-degli-atti-levati-nel-2004