Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Modulistica fiscale 2014:
bozze sulla via del tramonto

On line i primi modelli “ufficiali” che segnano la fine della fase di prova. Pochi ritocchi e qualche variazione rispetto ai prototipi pubblicati il mese scorso

Thumbnail
Superato il tirocinio, approvati, con cinque distinti provvedimenti del 15 gennaio, insieme alle relative istruzioni, i modelli Iva (e Iva base), 730, Cud, 770 ordinario e 770 semplificato, che dovranno essere utilizzati in occasione delle prossime dichiarazioni relative al periodo d’imposta 2013. Un altro provvedimento, di pari data, dà il via libera anche alle istruzioni aggiornate per la compilazione della comunicazione annuale dei dati Iva.
 
Poche le variazioni rispetto alle bozze pubblicate il mese scorso (vedi articoli “Iva 2014: primi nuovi prototipi nella vetrina web delle Entrate”, “On line la bozza del 730/2014. Numerose le novità del modello”, “Modelli in bozza: nuovo look per Cud e 770 semplificato”); diverse, invece, e rilevanti le novità rispetto ai modelli utilizzati nel 2013, a seguito delle modifiche normative intervenute nel frattempo.
 
A tal proposito, ricordiamo, per esempio, in ambito Iva, il passaggio al 22% dell’aliquota ordinaria, che ha interessato i quadri VE e VF. Sempre riguardo all’imposta sul valore aggiunto, va segnalato un passo indietro rispetto alla bozza, con la reintroduzione dei righi V023 e VO24, determinata dal ripristino – a opera della legge di stabilità 2014 – dei regimi fiscali agevolati per incentivare lo sviluppo della forma societaria in agricoltura.
Rimanendo in argomento, le nuove istruzioni per la compilazione della comunicazione annuale dei dati Iva recepiscono le novità su fatturazione e territorialità, introdotte dalla legge 228/2012. Invariato, invece, il modello cui si riferiscono, che dovrà essere inoltrato on line, all’Amministrazione finanziaria, entro il prossimo mese di febbraio.
 
Dall’Iva ai redditi. In questo caso, le novità rilevanti, ma già presenti nella bozza, riguardano, tra l’altro, le detrazioni per i familiari a carico, le ristrutturazioni edilizie, il risparmio energetico e il “bonus arredi”. Inoltre, aumenta al 24% lo sconto fiscale per le erogazioni a favore delle Onlus e dei partiti politici. Diventa poi più conveniente l’applicazione della cedolare secca: l’aliquota di tassazione scende ulteriormente per i contratti a canone concordato e passa dal 19 al 15%.
Non solo un nuovo look e una grafica rinnovata, quindi, per i modelli 2014, ma cambiamenti fondamentali come lo sono le variazioni di legge che hanno dovuto recepire.
 
Per dare un assaggio delle scadenze, la prima in agenda riguarda il Cud, che i sostituti d’imposta dovranno consegnare a lavoratori e pensionati non oltre il 28 febbraio. La consegna ai dipendenti può avvenire anche on line, ma solo se il sostituito ha i mezzi tecnici idonei per ricevere telematicamente il documento. Gli enti previdenziali rendono disponibile il Cud in Rete; il contribuente che desidera riceverlo in formato cartaceo deve farne richiesta.
Lavoratori e pensionati hanno tempo fino al 30 aprile per presentare il 730 ai propri sostituti d’imposta, mentre possono aspettare il 3 giugno (il termine ordinario del 31 maggio, quest’anno, cade di sabato) nel caso in cui si rivolgano al Caf o a un professionista abilitato.
Più in là la presentazione del 770 semplificato e del 770 ordinario: entrambi dovranno essere inviati telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro il 31 luglio.
Chiude il calendario il modello Iva, che andrà trasmesso non più tardi del 30 settembre.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/modulistica-fiscale-2014-bozze-sulla-via-del-tramonto