Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Le novità del 730/2007 (1)

Sguardo d'insieme sulle modifiche apportate al modello utilizzato da oltre 13 milioni di contribuenti

_1519.jpg

Si avvicina l'appuntamento con la dichiarazione dei redditi, per l'anno di imposta 2006, per gli oltre 13 milioni di contribuenti che utilizzano il modello 730.
Approvato con provvedimento direttoriale del 15 gennaio 2007 e scaricabile dal sito internet dell'Agenzia delle entrate, nella sezione Strumenti/Modulistica, il modello presenta diverse novità.

Tempi più stretti per la presentazione e la trasmissione telematica della dichiarazione
Scade il 30 aprile il termine per la presentazione al sostituto d'imposta, mentre per i contribuenti che si rivolgono ai Caf o ai professionisti abilitati l'ultimo giorno utile è il 31 maggio. Gli intermediari e i sostituti devono effettuare la trasmissione telematica dei modelli entro il 31 luglio, con un anticipo di circa tre mesi rispetto a quanto avveniva in precedenza.

Variazione della residenza anagrafica
Da quest'anno la residenza anagrafica deve essere indicata solo se il contribuente ha variato la propria residenza (anche nell'ambito dello stesso comune) nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2006 e la data di presentazione del modello 730. In questo caso, occorre indicare, oltre ai dati relativi alla nuova residenza, anche il giorno, il mese e l'anno in cui è intervenuta la variazione.



Domicilio per la notificazione degli atti
Il nuovo riquadro, presente nel frontespizio, deve essere compilato solo dai contribuenti che intendono farsi notificare gli atti o gli avvisi dell'Agenzia delle entrate a un indirizzo diverso da quello del proprio domicilio fiscale. In questo caso, è possibile indicare una persona o un ufficio all'interno dello stesso comune. Si può, tuttavia, eleggere un apposito domicilio per la notificazione anche successivamente alla presentazione della dichiarazione, mediante l'invio di una comunicazione all'ufficio delle Entrate competente.



Indicazione importo Ici
Nel quadro B, riservato ai redditi dei fabbricati, sono inserite due nuove colonne. Nella prima (colonna 8), va indicato il codice catastale del Comune in cui è situato l'immobile, rilevabile dall'elenco dei codici catastali comunali, contenuto nell'appendice alle istruzioni per la compilazione. Nella seconda (colonna 9), invece, deve essere annotato l'importo complessivo dell'imposta comunale sugli immobili dovuto per l'anno 2006 per ciascuna unità immobiliare posseduta.



Acconto addizione comunale Irpef Il quadro C (redditi di lavoro dipendente e assimilati) presenta un nuovo rigo (C11), nel quale va riportato l'acconto dell'addizionale comunale Irpef corrisposto per l'anno 2007.

Assegni corrisposti al coniuge
Nel rigo 22 del quadro E (oneri e spese sostenuti dal contribuente), oltre all'importo complessivo degli assegni corrisposti al coniuge in conseguenza di separazione legale ed effettiva, di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, va indicato anche il codice fiscale di quest'ultimo, in assenza del quale non è riconosciuta la deduzione spettante.



Interventi per il recupero del patrimonio edilizio
Un altro elemento di novità del quadro E riguarda le spese sostenute per la ristrutturazione di immobili: nel modello è introdotta la colonna 2, attraverso la quale è possibile specificare, relativamente all'anno 2006, il periodo in cui sono state fatturate le spese. In particolare, l'agevolazione spetta nella misura del 41 per cento se la spesa è relativa a una fattura emessa nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 settembre; se invece la spesa si riferisce a fatture emesse in data antecedente al 1° gennaio 2006 o a partire dal 1° ottobre 2006, è prevista una detrazione del 36 per cento.



Crediti di imposta
Il modello 730/2007 introduce un nuovo quadro (G), nel quale devono essere trascritte le informazioni per il calcolo dei crediti di imposta relativi a fabbricati (sezione I), bonus per l'incremento dell'occupazione (sezione II), imposte pagate all'estero sui redditi prodotti oltre confine (sezione III).



Pagamento Ici
Tra le novità più rilevanti del modello 730/2007 si segnala l'introduzione del quadro I, attraverso il quale i contribuenti possono utilizzare l'eventuale credito risultante dalla dichiarazione per il pagamento dell'imposta comunale sugli immobili 2007. Il contribuente che si avvale di questa possibilità utilizzerà il credito di imposta derivante dalla dichiarazione per il pagamento dell'Ici mediante modello F24: pertanto, nella busta paga di luglio o nella pensione di agosto finirà solo l'eventuale parte eccedente.



1 - continua. La seconda puntata sarà pubblicata giovedì 12

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/novita-del-7302007-1