Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

La precompilata entra nel vivo.
Tutto pronto per l’invio del 730

Nelle prime due settimane, già 1,2 milioni di cittadini hanno consultato la propria dichiarazione. Quasi 1 miliardo i dati caricati dal Fisco nei modelli di quest’anno

Thumbnail

Nelle prime due settimane dalla messa online delle dichiarazioni nell’area riservata del sito dell’Agenzia, lo scorso 15 aprile, sono già 1,2 milioni i cittadini che hanno preso confidenza con il modello preparato dal Fisco, per un totale di 1,7 milioni di accessi, mentre mancano ancora oltre due mesi e mezzo al primo termine: il 23 luglio, per chi compila il 730, ovvero il 30 settembre per chi, invece, utilizza Redditi o invia quel modello per correggere il 730.
Intanto, continua l’impegno dell’Agenzia sul fronte dell’assistenza: online, sul canale YouTube “Entrate in video”, un nuovo tutorial spiega i passi da compiere per inviare la dichiarazione, mentre sono operativi un sito dedicato e un canale telefonico per supportare i cittadini che vogliono provvedere autonomamente all’invio.
 
Pronti al click: 730 in pista da oggi al 23 luglio
Terminato il primo periodo, durante il quale i cittadini hanno potuto visualizzare e scaricare la dichiarazione per consultare i dati inseriti dal Fisco con il supporto del partner tecnologico Sogei, si apre la fase “operativa”.
Da oggi, quindi, è possibile accettare e inviare il modello 730 così come predisposto dall’Agenzia o modificarlo in parte per correggere un dato o integrarlo per aggiungerne di nuovi. Se si vuole approfittare della procedura di compilazione semplificata, occorrerà attendere il 10 maggio. Da questa data, infatti, i cittadini potranno intervenire in maniera più semplice su tutti i dati del quadro E della dichiarazione, per esempio per aggiungere un onere detraibile o deducibile che non appare tra quelli già inseriti dall’Agenzia o modificare gli importi delle spese sostenute. Il vantaggio è che, una volta fatte le modifiche, è il sistema a ricalcolare in automatico gli oneri detraibili e deducibili, sulla base dei nuovi dati e di eventuali limiti previsti dalla legge, e a inserire il totale nei relativi campi.
 
In 1,2 milioni hanno già consultato la dichiarazione
Sono 1 milione e 200mila i contribuenti (dati al 30 aprile) che, dalla starting date del 15 aprile, si sono già cimentati con la dichiarazione online. Circa 80mila in media al giorno, mentre mancano quasi tre mesi alla prima scadenza, fissata a martedì 23 luglio per il 730.
La parte del leone la fanno i contribuenti della Lombardia: in 289mila non hanno perso tempo e hanno già controllato la dichiarazione disponibile nella loro area riservata del sito dell’Agenzia. Subito dopo i contribuenti del Lazio (162mila) e del Piemonte (115mila). Seguono, in ordine, il Veneto, con 113mila cittadini che hanno già visto la loro precompilata, l’Emilia-Romagna (84mila) e la Campania (71mila). Se invece degli accessi distinti si considera il totale visualizzazioni, il dato generale sfiora quota 1,7 milioni.
 
A quota 960 milioni i dati inseriti dal Fisco
Sono quasi un miliardo le informazioni già caricate nella dichiarazione dei redditi 2019. Si tratta per la maggior parte di dati relativi alle spese sanitarie, comunicati all’Agenzia da farmacie, studi medici, cliniche, ospedali. Già dentro, tra le altre, anche le informazioni relative ai premi assicurativi, alle Certificazioni uniche trasmesse dai sostituti d’imposta, così come i dati relativi ai bonifici per ristrutturazioni, anche condominiali. Sono confluiti nei modelli anche i dati su interessi passivi, contributi previdenziali e spese universitarie. Il paniere di dati pre-caricati si è ulteriormente ampliato quest’anno con l’ingresso delle spese su parti comuni condominiali che danno diritto al bonus verde e delle somme versate per assicurazioni contro le calamità, stipulate per immobili a uso abitativo.
 
Più strade per accedere
Per entrare nel modello è possibile scegliere tra diverse chiavi di accesso: via libera per chi possiede le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale) così come, naturalmente, per coloro che sono registrati ai servizi telematici dell’Agenzia (Fisconline) o ai servizi Inps. Le porte della precompilata si aprono infine, anche tramite la Carta nazionale dei servizi (Cns).
Una volta effettuato l’accesso nella propria area riservata, è possibile verificare tutti i dati e accettare la dichiarazione così com’è o integrarla/modificarla prima dell’invio. Inoltre, i contribuenti hanno la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista.
 
Assistenza a tutto campo
Sul canale YouTube dell’Agenzia, “Entrate in video”, è da oggi disponibile un nuovo tutorial, che spiega tutti i passi da seguire per inviare la precompilata.
Anche quest’anno è a disposizione dei cittadini un sito dedicato, all’interno del quale sono riportate novità, scadenze da tenere a mente, istruzioni e le risposte ai quesiti più ricorrenti.
In alternativa, è possibile ricevere informazioni per telefono contattando, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 13, i numeri 800.90.96.96 (da rete fissa), 06 966.689.07 (da cellulare) e +39 06.966.689.33 (per chi chiama dall’estero).

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/precompilata-entra-nel-vivo-tutto-pronto-linvio-del-730