Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Spagna, entrate in aumento dalla lotta contro le frodi

Presentato nei giorni scorsi dall’Agenzia delle Entrate il bilancio delle attività istituzionali

Nel 2006 la crescita è stata del 15 per cento, pari a un totale di 5.310 milioni di euro. Lo scorso anno il fisco ha riscosso, a titolo definitivo, 179.380 milioni di euro, l’11,6 per cento in più rispetto al 2005. L’Agenzia tributaria spagnola ha presentato nei giorni scorsi il bilancio delle proprie attività. La lotta contro le frodi fiscali, fortemente rafforzata dal Piano di prevenzione delle frodi fiscali del 2005, continua a dare i suoi frutti. Stando infatti all’ultimo bilancio ufficiale del 2006 le entrate sono cresciute del 15 per cento, pari a un totale di 5.310 milioni di euro. Lo scorso anno il fisco in Spagna ha riscosso a titolo definitivo 179.380 milioni di euro, l’11,6 per cento in più rispetto al 2005. L’aumento è dovuto in particolare all’incremento dei controlli volti ad assicurare il rispetto degli obblighi tributari che, in termini omogenei, sono stati 6,35 milioni. In due anni di vita del piano di prevenzione, i controlli generali hanno favorito un aumento delle entrate pari a 9.923 milioni.

Forte controllo nel settore immobiliare
Soltanto nel settore immobiliare, oggetto di "attenzione speciale", così come sottolineato dal direttore dell’Agenzia tributaria spagnola, Luis Pedroche, sono state effettuate 6.516 verifiche, con una crescita annuale dell’86 per cento che, a loro volta, hanno permesso di liquidare un debito pari a 741 milioni, il doppio rispetto a due anni fa e il 34 per cento in più rispetto all’anno passato. Da sottolineare anche l’emersione dei contribuenti che dichiarano rendite da affitto, aumentati di 199mila unità rispetto al 2004, che ha portato a una crescita delle rendite dichiarate del 21,6 per cento, sempre rispetto al 2004, per un totale di 11.345 milioni di euro. Ciò è dovuto soprattutto all’obbligo di inserire nella dichiarazione dei redditi i riferimenti catastali dell’abitazione che si occupa, sia essa di proprietà o in affitto.

L’autotassazione in crescita
Tali misure, insieme all’incrocio dei dati forniti dalle compagnie che forniscono i servizi di prima necessità (come luce e acqua), hanno aumentato la pressione "indotta" sui possibili evasori. Così il numero di dichiarazioni complementarias (presentate se si è dimenticato di inserire alcuni dati) è aumentato del 20 per cento, mentre le extemporaneas (presentate oltre i termini) sono cresciute dell’11 per cento, permettendo al fisco spagnolo di rimpinguare le proprie casse con altri 1.096 milioni.

Frodi Iva e altri inganni
Il Piano di prevenzione delle frodi fiscali ha anche permesso, grazie alla riallocazione delle risorse, di realizzare verifiche di particolare complessità che hanno portato alla scoperta di un rilevante volume di frodi nel 2006. L’attenzione in settori particolarmente a rischio ha portato alla scoperta di reti di frodi Iva e di altre imposte, riciclaggio di capitali, fatture false, ecc. che, da una prima stima, hanno nascosto al fisco più di 3mila milioni di euro.

La riscossione
La riscossione lorda gestita dall’Agenzia tributaria spagnola nel 2006 è stata pari a 221.414 milioni di euro, un 12,5 per cento in più rispetto all’anno precedente. La riscossione netta, tolti i 41.890 milioni di rimborsi, è stata di 179.380 milioni di euro, con una crescita dell’11,6 per cento rispetto al 2005. Per quanto riguarda le attività di controllo di tipo massivo, sono stati portati a termine un totale di 4,77 milioni di azioni, di cui l’87 per cento relative a Iva, società e imposte speciali e il restante 12,9 per cento sull’Irpf (l’imposta sulle persone fisiche). In termini omogenei, sono stati effettuati 6,35 milioni controlli, con un incremento del 7,4 per cento.

L’assistenza ai contribuenti
Sul fronte dichiarazioni, invece, il 28,3 per cento sono state presentate per via telematica, contro il 23,3 per cento dell’anno passato. I certificati rilasciati per via telematica sono stati il 75,9 per cento del totale, 7 punti percentuali in più rispetto al 2005. Inoltre, sempre nel 2006, sono stati inviati più di 15 milioni tra dati fiscali Irpf e dichiarazioni precompilate, con un incremento annuale del 27,8 per cento.    
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/spagna-entrate-aumento-dalla-lotta-contro-frodi