Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Tariffe, tasse e sicurezza come cambia da domani il trasporto aereo

Dal 1° novembre in vigore nell'Ue le nuove disposizioni per la prestazione dei servizi delle aerolinee e delle società di gestione aeroportuale

Thumbnail

Pubblicare i prezzi dei biglietti comprensivi di qualsiasi tassa e onere. È una delle novità contenute nel nuovo regolamento sul mercato unico dei servizi di trasporto aereo che sarà operativo dal 1° novembre. Il nuovo regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1008/08 del 24 settembre 2008, (GU L 239 del 31 ottobre 2008), reca norme comuni per la prestazione di servizi di trasporto aereo nella Comunità. Esso sostituisce e integra le disposizioni contenute nei tre regolamenti, 2407/92, 2408/92 e 2409/92 (noti come "terzo pacchetto aereo"), sul rilascio delle licenze ai vettori aerei, l'accesso dei vettori aerei della Comunità alle rotte intracomunitarie e sulle tariffe aeree per il trasporto di passeggeri e merci. Nel nuovo regolamento, il cui obiettivo è garantire all'utenza servizi di trasporto aereo competitivi e di qualità, figurano anche nuove modalità per la concessione delle licenze di trasporto aereo e di accesso al mercato.

Prezzi dei biglietti comprensivi di qualsiasi tassa e onere
Permettere ai passeggeri di conoscere in anticipo le tariffe e confrontare le offerte in tutta l'Unione europea. È la funzione sottintesa alla pubblicazione dei prezzi dei biglietti che deve essere effettuata tenendo conto di tutte le tasse e gli oneri previsti. Questo significa che il passeggero potrà conoscere in anticipo non soltanto le varie componenti che formano il prezzo finale del biglietto, comprensivo di tariffa, tasse, diritti aeroportuali e altri oneri, ma potrà disporre anche di informazioni sui prezzi effettivi. Spetterà infatti alle compagnie aeree il compito di fornire all'utenza informazioni complete sulle tariffe dei trasporti passeggeri, merci e sulle condizioni che le accompagnano. Con l'entrata in vigore delle nuove disposizioni, è proibita poi qualsiasi discriminazione tariffaria attuata in base alla residenza. Ciò permetterà di evitare la pubblicità sleale e faciliterà i confronti tariffari. Infine spetterà alle autorità nazionali compiere un maggiore controllo sulle aerolinee per garantire la qualità e la sicurezza e vigilare anche possano essere prevenuti ed evitati i fallimenti societari.

Licenze delle aerolinee, noleggio aeromobili e traffico
Una applicazione più rigorosa e uniforme delle norme in tutta l'Unione europea. È una delle novità contenute nel regolamento operativo dal 1° novembre. Tre i capitoli essenziali. Il primo riguarda le licenze operative delle aerolinee che saranno sottoposte a uno stesso unico controllo in tutti gli Stati membri dell'Ue. Nel regolamento sono poi precisati i criteri che disciplinano la concessione e la validità della licenza per effettuare trasporti aerei nell'Unione europea. Altra disposizione riguarda il noleggio degli aeromobili immatricolati nell'Ue. Anche in questo caso è prevista l'introduzione di criteri rigorosi per il noleggio degli aeromobili di Paesi terzi per evitare che possa essere eluso il rispetto delle norme di sicurezza. Tra le altre novità figurano poi alcune misure in materia di cooperazione tra gli aeroporti che collegano la stessa città o lo stesso agglomerato urbano. In questo caso spetterà alla Commissione europea vigilare affinché le norme di distribuzione del traffico non risultino discriminatorie mentre sarà compito delle società di gestione aeroportuali attivarsi per disporre di infrastrutture in grado di rispondere in modo efficace alle richieste dei passeggeri. Infine con il nuovo regolamento sono abolite le ultime restrizioni agli accordi bilaterali aerei tra gli Stati membri per quanto riguarda i servizi intracomunitari e le operazioni in code-sharing ovvero quegli accordi stipulati tra aviolinee in base ai quali un vettore, commercializzando un determinato servizio, pone il suo codice di identificazione Iata (organizzazione internazionale di compagnie aeree che unisce e integra le reti di servizio delle aviolinee associate) sui collegamenti dell'altro vettore.

L'origine della proposta
La Commissione europea, il 18 luglio 2006, aveva adottato una proposta di regolamento che conteneva norme comuni per la prestazione di servizi di trasporto aereo nella Comunità con cui sarebbero stati sostituiti, in un unico nuovo dispositivo, i tre precedenti, vale a dire il 2407/92, il 2408/92 e il 2409/92 (noti come "terzo pacchetto aereo"), sul rilascio delle licenze ai vettori aerei, l'accesso dei vettori aerei della Comunità alle rotte intracomunitarie e sulle tariffe aeree per il trasporto di passeggeri e merci.
 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/tariffe-tasse-e-sicurezza-come-cambia-domani-trasporto-aereo