Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Task force del Fisco smaschera
una truffa da 250 milioni di euro

È il risultato di una complessa attività di indagine svolta dalle Entrate in collaborazione con la procura della Repubblica Milano e la Polizia tributaria della stessa città

Thumbnail
Portata alla luce, da un’operazione investigativa a più mani, che ha preso il via dai controlli effettuati dall’ufficio antifrode delle Entrate, una maxi frode fiscale, pari a 250 milioni di euro, basata su finte cooperative e false fatture.
Il successo finale è il risultato della collaborazione e del coordinamento realizzati dal team di contrasto all’evasione composto da 11 funzionari dell’Agenzia delle Entrate, dalla procura della Repubblica di Milano e dal nucleo di Polizia tributaria della Gdf del capoluogo lombardo.
 
Le Entrate ci forniscono il dettaglio del percorso, che si è concluso con un sequestro di beni che supera i 63 milioni di euro e otto ordinanze di custodia cautelare.
Il punto d’inizio sono stati gli accessi effettuati lo scorso dicembre dagli uffici finanziari antifrode, nei confronti di 18 realtà societarie operanti fra Milano e Roma, nei settori della logistica, del facchinaggio, del trasporto su strada e dei servizi alle imprese. All’opera 19 “detective” dell’Ufficio centrale, 14 della direzione regionale Lazio e 4 della Dr Lombardia.
È in questa fase che sono state riscontrate le prove decisive dell’ingranaggio fraudolento messo in pratica dagli effettivi responsabili della truffa, supportati da professionisti complici degli illeciti.
Alla base del meccanismo, un consorzio, alcune società cooperative a scopo strumentale e un giro di fatture false. L’organizzazione criminale acquisiva commesse vantaggiose per poi subappaltarle a cooperative di lavoro e produzione usate come riserve di manodopera (sotto costo e in nero) e svuotate delle risorse finanziarie attraverso prelevamenti di denaro contante.
 
I funzionari del Fisco, già a marzo 2014, avevano materiale sufficiente per presentare al Pubblico ministero l’informativa decisiva per la richiesta delle misure cautelari.
Il successo è il risultato, precisa un comunicato dell’Agenzia, del “rapporto sinergico, voluto e coordinato dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Milano, dott. Carlo Nocerino, che vede Agenzia delle Entrate e Guardia di finanza impegnate all’unisono già dalla fase investigativa”.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/task-force-del-fisco-smaschera-truffa-250-milioni-euro