Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Tutti all’Aci: ultimi dieci giorni per il rimborso

Il 3 luglio scade il termine per la presentazione delle domande

Thumbnail

Sarà l’Aci, l’Automobile club italiano, presso i propri uffici provinciali, a gestire il rimborso dell’abbonamento annuale 2007 al trasporto pubblico locale, spettante a coloro che nel 2007 hanno rottamato un’autovettura o un autoveicolo per trasporto promiscuo “euro 0” o “euro 1”, senza sostituirli con altra autovettura, nuova o usata, e senza risultare intestatari di altra autovettura o autoveicolo. Il rimborso, pari a un’annualità, è relativo agli abbonamenti al trasporto pubblico nell’ambito del Comune di residenza, domicilio o lavoro.
Risultano, pertanto, esclusi dall’agevolazione gli abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico extracomunali o “integrati”.

Come richiedere il rimborso
Sul sito del dipartimento delle Finanze è stato pubblicato il modello per richiedere l’agevolazione (introdotta dall’articolo 1, comma 225, della Finanziaria 2007, per gli autoveicoli a uso promiscuo ed estesa dall’articolo 13, comma 8-quater, del Dl 7/2007) in favore di coloro che rottamano un’autovettura, impegnandosi a non ricomprarne un’altra per un periodo di tre anni.

Il modello, reperibile anche presso gli uffici dell’Aci, potrà poi essere presentato presso gli stessi uffici provinciali di persona o inviato tramite lettera raccomandata a/r, allegando la documentazione prevista. La domanda, secondo quanto comunicato sul sito dell’Aci, va presentata entro il 3 luglio 2008. L’Automobil club italiano, a sua volta, comunicherà l’esito mediante lettera raccomandata a/r, procedendo, in caso di accoglimento della domanda, mediante assegno circolare o bonifico bancario.

Nel caso di invio con raccomandata, il rimborso coprirà anche le spese sostenute per l’invio della domanda.

Documentazione da allegare
Nella domanda, come già accennato, è necessario allegare una serie di documenti. Innanzitutto, la copia del certificato di rottamazione (rilasciato dal demolitore autorizzato oppure il certificato di radiazione rilasciato dall’Aci), la copia dell’abbonamento rilasciato dall’azienda di trasporto e la copia della ricevuta attestante il pagamento dell’abbonamento. Nel caso di veicolo cointestato a una pluralità di persone, occorrerà anche una dichiarazione di consenso da parte degli altri cointestatari del veicolo affinché uno solo di essi possa usufruire dell’incentivo.

Condizioni per usufruire dell’agevolazione
Condizioni per poter accedere al rimborso sono:

  • il richiedente non deve risultare intestatario di altra autovettura o autoveicolo a uso promiscuo
  • l’impegno del richiedente l’agevolazione a non acquistare un altro veicolo (autovettura o autoveicolo a uso promiscuo) per tre anni a decorrere dalla data di rottamazione del vecchio veicolo.

Altre condizioni attengono, inoltre, alle caratteristiche del veicolo rottamato. Quest’ultimo, infatti:

  • deve essere “euro 0” o “euro 1”
  • deve essere stato demolito tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2007 se si tratta di autoveicolo per trasporto promiscuo; tra il 2 febbraio e il 31 dicembre 2007 se si tratta di autovetture (farà fede la data che risulta dal certificato rilasciato dal demolitore autorizzato o dal certificato di radiazione rilasciato dall’Aci)
  • deve risultare intestato allo stesso soggetto che chiede il rimborso dell’abbonamento (non a un familiare o a soggetto terzo).

Inoltre, nel caso di veicolo rottamato intestato a più persone o in caso di comunione per successione ereditaria, il rimborso può essere concesso una sola volta al richiedente, dietro esplicito consenso degli altri cointestatari/coeredi.

Limiti di spesa
Come indicato dall’articolo 3, comma 2, del decreto ministeriale 1 febbraio 2008, decreto a cui è allegato il modello dell’istanza di rimborso, le somme stanziate per il rimborso ammontano a 380mila euro, mentre 72mila euro serviranno per la gestione delle pratiche. Tali somme, avendo un limite prestabilito, comporteranno una interruzione automatica nell’erogazione dei rimborsi nel caso di superamento delle disponibilità finanziarie e di questa eventualità dovrà esserne data notizia sempre sul sito del ministero delle Finanze e a mezzo di comunicati stampa.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/tutti-allaci-ultimi-dieci-giorni-rimborso