Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Credito Imu per il turismo:
sul sito dell’Agenzia i due software

Uno consente la compilazione dell’autodichiarazione e la creazione del file da inviare in via telematica l’altro evidenzia anomalie e incongruenze tra i dati del modello e le specifiche tecniche

Dopo il provvedimento che ha definito il modello e le istruzioni per richiedere il bonus a sostegno del turismo, disponibili sul sito dell’Agenzia anche i software di compilazione e di controllo. L’agevolazione introdotta dal decreto Ucraina (articolo 22 del Dl n. 21/2022) prevede un credito d’imposta pari al 50% dell’importo versato a titolo di seconda rata Imu 2021 per gli immobili accatastati D/2.  

Dati spese sanitarie I semestre 2022,
trasmissione entro il 30 settembre

Per i costi sostenuti da gennaio 2023 prenderanno il via le regole ordinarie, con l’invio da effettuare nel termine della fine del mese successivo rispetto alla data del pagamento

Farmacie, strutture specialistiche pubbliche e private accreditate, iscritti all’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri, strutture autorizzate alla vendita al dettaglio dei medicinali veterinari, parafarmacie, ottici, eccetera (vedi Faq), devono inviare al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle spese detraibili, effettuate dai clienti nel primo semestre 2022, entro il prossimo 30 settembre

Una tantum agli “indipendenti”,
l’Inps apre la procedura per le istanze

In concomitanza, l’Istituto previdenziale, con una circolare, individua, tra l’altro, i requisiti che distinguono i destinatari, le misure del contributo e le istruzioni per la presentazione delle domande

Fino al prossimo 30 novembre è attiva online sul sito dell’Inps la procedura, dedicata ai lavoratori autonomi e ai professionisti, per richiedere l’indennità una tantum prevista dal decreto “Aiuti” (Dl n. 50/2022). Il contributo, fissato nella misura di 200 euro, raggiungerà quota 350 euro, se il richiedente, nel 2021, ha percepito e dichiarato un reddito complessivo lordo non superiore a 20mila euro