Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

La cartella notificata dall’ufficio
viaggia come una raccomandata

La procedura, in tal caso, quindi, non richiede alcuna relata o annotazione specifica sull’avviso di consegna relativa alla persona che ha ricevuto l’atto

Thumbnail
SINTESI: Nel caso in cui la cartella di pagamento sia notificata a mezzo dell’ufficio finanziario, si applicano le norme concernenti la consegna dei plichi raccomandati, in quanto le disposizioni di cui alla legge n. 890 del 1982 concernono soltanto la notifica eseguita dall’Ufficiale Giudiziario ai sensi dell’art. 149 c.p.c. Ne discende che non va redatta alcuna relata di notifica o annotazione specifica sull’avviso di ricevimento in ordine alla persona cui è stato consegnato il plico, e l’atto pervenuto all’indirizzo del destinatario deve ritenersi ritualmente consegnato a quest’ultimo stante la presunzione di conoscenza di cui all’art. 1335 c.c., presunzione superabile solo se il destinatario provi di non averne avuto conoscenza non per sua colpa.
 
Ordinanza n. 6668 del 1° aprile 2015 (udienza 4 marzo 2015)
Cassazione civile, sezione VI – 5 - Pres. Cicala Mario – Est. Iacobellis Marcello
Notificazione della cartella di pagamento a mezzo dell’Ufficio Finanziario – Non occorre la redazione della relata di notifica o annotazione specifica sull’avviso di ricevimento – L’atto deve ritenersi ritualmente consegnato al destinatario – La presunzione è superabile solo se il destinatario provi di non averne avuto conoscenza non per sua colpa
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/cartella-notificata-dallufficio-viaggia-come-raccomandata