Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Una contabilità regolare ma sospetta
non frena, anzi incoraggia l’induttivo

Soprattutto se la verifica è fondata su valutazioni condotte sulla base di presunzioni gravi, precise e concordanti

Thumbnail

SINTESI: L’accertamento con metodo analitico-induttivo, con quale il fisco procede alla rettifica di singoli componenti reddituali, ancorché di rilevante importo, è consentito, ai sensi dell’articolo 39, comma 1, lettera d), del DPR n. 600 del 1973, pure in presenza di contabilità formalmente tenuta, giacché la disposizione presuppone, appunto, scritture regolarmente tenute e, tuttavia, contestabili in forza di valutazioni condotte sulla base di presunzioni gravi, precise e concordanti che facciano seriamente dubitare della completezza e fedeltà della contabilità esaminata.
 
Ordinanza n. 9432 del 4 aprile 2019 (udienza 26 febbraio 2019)
Cassazione civile, sezione V - Pres. Crucitti Roberta - Est. D’Angiolella Rosita
Accertamento analitico-induttivo – Articolo 39, comma 1, lettera d), del DPR n. 600 del 1973 – E’ legittimo anche in presenza di contabilità formalmente tenuta

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/contabilita-regolare-ma-sospetta-non-frena-anzi-incoraggia