Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Controlli formali: bene la cartella
con i motivi in “dichiarazione”

Il contribuente non è leso perché in grado di conoscere i presupposti che hanno portato all’emissione della pretesa tributaria

immagine generica illustrativa

SINTESI: La cartella di pagamento emessa all’esito di un procedimento di controllo c.d. formale o automatizzato, a cui l’Amministrazione finanziaria ha potuto procedere attingendo i dati necessari direttamente dalla dichiarazione, può essere motivata con il mero richiamo a tale atto, atteso che il contribuente è già in grado di conoscere i presupposti della pretesa (cfr., in tal senso, Cass. n. 15564/2016), atteso che il fatto che siano state anche richieste somme maggiori non impedisce di per sé che a tale risultato si sia comunque pervenuto sulla base dei dati contenuti nella dichiarazione (cfr., altresì, Cass. n. 25329/2014).

Cassazione civile - sezione V - ordinanza n. 7536 del 26 marzo 2020 - Presidente Cirillo Ettore - Relatore Napolitano Lucio
Cartella emessa ai sensi del controllo formale o automatizzato – La motivazione della cartella può consistere nel mero richiamo alla dichiarazione da cui l’Amministrazione ha attinto i dati – Il contribuente conosce i presupposti della pretesa

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/controlli-formali-bene-cartella-motivi-dichiarazione