Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Dalla richiesta di adesione
nessun obbligo per l’ufficio

L’istanza sospende solo il termine di impugnazione di 90 giorni per l’eventuale definizione consensuale

orologi

SINTESI: La convocazione del contribuente che abbia fatto istanza di accertamento con adesione costituisce per l’Ufficio una facoltà e non un obbligo, in ogni caso non un adempimento imposto a pena di invalidità del provvedimento impositivo. L’istanza di audizione non priva di efficacia l’accertamento, ma ne sospende soltanto il termine di impugnazione di 90 giorni, decorsi i quali, senza che sia stata perfezionata la definizione consensuale, esso diviene definitivo, salva l’impugnazione.
 
Sentenza n. 31472 del 3 dicembre 2019 (udienza 26 settembre 2019)
Cassazione civile, sezione V – Pres. Cirillo Ettore
Procedura di accertamento con adesione – La convocazione del contribuente per il contraddittorio costituisce una facoltà e non un obbligo per l’Ufficio – La decorrenza dei 90 giorni in assenza di perfezionamento dell’adesione rende definitivo l’avviso di accertamento

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/dalla-richiesta-adesione-nessun-obbligo-lufficio