Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Danno da licenziamento illegittimo. Il risarcimento è soggetto a Irpef

Per non tassare le somme erogate al dipendente va innanzitutto accertato che l'erogazione non trovi la sua causa nel rapporto di lavoro

Thumbnail
SINTESI: Secondo l'orientamento consolidato di questa Corte, in relazione all'ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro dipendente, le somme percepite dal lavoratore a titolo di transazione della controversia avente ad oggetto il risarcimento del danno per illegittimo licenziamento sono imponibili ai sensi del Dpr 22 dicembre 1986, n. 917, art. 6, comma 2, e art. 48, e soggette a tassazione separata ai sensi del Dpr medesimo, art. 16, comma 1, lett. i), indipendentemente dalle modifiche apportate allo stesso art. 16, lett. a), dal Dl 23 febbraio 1995, n. 41, art. 32, convertito in L. 22 marzo 1995, n. 85 (Cass. nn. 19199/2006, 10185/2003, 11501/2003, 9950/2000). Inoltre, in tema di indennità supplementare, questa Corte ha affermato che, al fine di poter negare l'assoggettabilità ad Irpef di una erogazione economica effettuata a favore del prestatore di lavoro da parte del datore di lavoro, è necessario accertare che l'erogazione stessa non trovi la sua causa nel rapporto di lavoro, e se ciò non viene positivamente escluso, che l'erogazione stessa, in base all'interpretazione della concreta volontà manifestata dalle parti, non trovi la fonte della sua obbligatorietà né in redditi sostituiti, né nel risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi futuri, cioè successivi alla cessazione o all'interruzione del rapporto di lavoro (Cass. nn. 16014/2004, 11501/2003, 11687/2002).

Sentenza n. 26385 del 30 dicembre 2010 (udienza del 21 settembre 2010)
Corte di cassazione, sezione tributaria - Pres. Plenteda, Rel. Campanile
IRPEF - Tassazione separata - Indennità dovuta per ingiusto licenziamento - Non ha valore risarcitorio
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/danno-licenziamento-illegittimo-risarcimento-e-soggetto-irpef