Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Detrazione Iva, nessuna inerenza
se l’operazione è inesistente

Il costo non è certo connesso all’attività dell’impresa di conseguenza l’istituto agevolativo non può essere applicato

immagine generica illustrativa

SINTESI: Il diritto alla detrazione dell’imposta non può in alcun modo farsi discendere - anche sul piano probatorio - dal solo fatto dell’avvenuta corresponsione dell’imposta formalmente indicata in fattura, richiedendosi, altresì, l’inerenza dell’operazione all’impresa, che è certamente mancante in relazione al pagamento dell’IVA corrisposta per operazioni inesistenti, in quanto di per sé inidoneo a configurare un pagamento a titolo di rivalsa, trattandosi di costo non inerente all’attività dell’impresa, ed anzi potenziale espressione di detrazione verso finalità ulteriori e diverse, tali da rompere il detto nesso di inerenza (cfr., in tal senso, Cass. n. 8919 del 2020).

Ordinanza n. 11102 del 6 aprile 2022 (udienza 27 aprile 2021)
Cassazione Civile, sezione V – Pres. Perrino Angelina Maria – Est. Catallozzi Paolo
IVA – Detrazione dell’imposta – È richiesta l’inerenza dell’operazione all’impresa – L’inerenza è assente in relazione all’IVA corrisposta per operazioni inesistenti – Il costo non inerente all’attività dell’impresa è espressione di detrazione verso finalità diverse

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/detrazione-iva-nessuna-inerenza-se-loperazione-e-inesistente