Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Indagini bancarie: il dubbio
è superato con la prova analitica

Elementi generici non sono sufficienti a dimostrare che le operazioni contestate riguardano versamenti esentasse

indagini bancarie

SINTESI: Qualora l’accertamento effettuato dall’ufficio finanziario si fondi su verifiche di conti correnti bancari, l’onere probatorio dell’Amministrazione è soddisfatto, secondo l’art. 32 del DPR n. 600 del 1973, attraverso i dati e gli elementi risultanti dai conti predetti, mentre si determina un’ inversione dell’onere della prova a carico del contribuente, il quale deve dimostrare che gli elementi desumibili dalla movimentazione bancaria non sono riferibili ad operazioni imponibili, fornendo, a tal fine, una prova non generica, ma analitica, con indicazione specifica della riferibilità di ogni versamento bancario, in modo da dimostrare come ciascuna delle operazioni effettuate sia estranea a fatti imponibili (cfr., ex multis, Cass n. 24422/2018).

Ordinanza n. 13123 del 30 giugno 2020 (udienza 30 gennaio 2020)
Cassazione civile, sezione V – Pres. Cirillo Ettore – Est. D’Angiolella Rosita
Verifiche su conti correnti bancari – Art. 32 del DPR n. 600 del 1973 – L’onere probatorio dell’Amministrazione è soddisfatto attraverso i dati e gli elementi risultanti dai conti correnti – Il contribuente deve fornire prova analitica che gli elementi desumibili dalla movimentazione bancaria non sono riferibili ad operazioni imponibili

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/indagini-bancarie-dubbio-e-superato-prova-analitica