Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Iva, l’attendibilità della fattura
va provata dall’imprenditore

I “sospetti” dell’ufficio sulla veridicità dell’operazione e del documento fiscale devono essere rimossi dal contribuente

immagine generica illustrativa

SINTESI: Con specifico riguardo all’IVA, che una volta evidenziati dall’Amministrazione finanziaria indizi di non verità della fattura, e, dunque, di non verità dell’operazione stessa o di non inerenza della destinazione del bene o servizio all’utilizzo per operazioni assoggettate ad IVA, spetta all’imprenditore dimostrare che la prestazione del bene o servizio è reale ed inerente all’attività svolta (cfr. Cass. n. 22130 del 2013 e Cass. n. 27961 del 2021).

Sentenza n. 22679 del 20 luglio 2022 (udienza 23 marzo 2022)
Cassazione civile, sezione V – Pres. Virgilio Biagio – Est. La Rocca Giovanni
IVA – Emersione di indizi non veritieri in fattura – È onere dell’imprenditore dimostrare che la prestazione del bene o servizio è reale ed inerente all’attività svolta

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/iva-lattendibilita-della-fattura-va-provata-dallimprenditore