Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Iva, il no all’eccedenza detraibile
supera i termini di accertamento

Il mancato riconoscimento del rimborso indicato in dichiarazione evita un’uscita all’Erario non è una pretesa del Fisco

Thumbnail

SINTESI: In tema di rimborso dell’eccedenza detraibile dell’Iva, l’Amministrazione finanziaria può contestare il credito esposto dal contribuente nella dichiarazione, che non derivi dalla sottostima dell’imposta dovuta, anche qualora siano scaduti i termini per l’esercizio del suo potere di accertamento o per la rettifica dell’imponibile e dell’imposta dovuta, senza che abbia adottato alcun provvedimento; ciò in quanto tale contestazione, ove fondata, consente all’amministrazione di evitare un esborso e non di far valere una propria pretesa nei confronti della contribuente (cfr. Cass. SSUU nn. 21765 e 21766 del 2021).

Ordinanza n. 5425 del 18 febbraio 2022 (udienza 10 febbraio 2022) della Cassazione Civile, Sez. V - Pres. CIRILLO Ettore - Est. GIUDICEPIETRO Andreina
IVA – Rimborso dell’eccedenza detraibile - L’Amministrazione finanziaria può contestare il credito esposto in dichiarazione anche qualora siano scaduti i termini per l’esercizio del suo potere di accertamento senza che abbia adottato alcun provvedimento

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/iva-no-alleccedenza-detraibile-supera-termini-accertamento