Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

L’accertamento da indagini bancarie
è valido per tutti i tipi di clienti

Hanno valore presuntivo i versamenti delle persone fisiche, tenute a provare che le somme sono già incluse nel reddito imponibile o fiscalmente irrilevanti

lente d'ingrandimento e portafoglio

SINTESI: La disponibilità di maggior reddito, desumibile dalle risultanze dei conti bancari giusta l’art. 32, comma 1, n. 2, del Dpr n. 600 del 1973, costituisce una presunzione legale (relativa) che, peraltro, non è riferibile ai soli titolari di reddito di impresa o da lavoro autonomo, ma si estende alla generalità dei contribuenti, come si ricava dal successivo art. 38, riguardante l’accertamento del reddito complessivo delle persone fisiche, che rinvia allo stesso art. 32, comma 1, n. 2, del DPR n. 600 del 1973; con la conseguenza che è onere del contribuente la prova analitica della natura delle movimentazioni, anche con riferimento alla disciplina derivante dalla sentenza della Corte costituzionale  n. 228 del 2014, secondo cui  le operazioni bancarie di prelevamento hanno valore presuntivo nei confronti dei soli titolari di reddito di impresa, mentre quelle di versamento hanno valore nei confronti di tutti i contribuenti, i quali possono contrastarne l’efficacia dimostrando che le stesse sono già incluse nel reddito soggetto ad imposta o sono fiscalmente irrilevanti.
 
Ordinanza n. 18410 del 4 settembre 2020 (udienza 31 gennaio 2020)
Cassazione civile, sezione V - Pres. Locatelli Giuseppe - Est. Maisano Giulio
Art. 32, comma 1, n. 2, del Dpr n. 600 del 1973 – Disponibilità di maggior reddito derivante dalle risultanze dei conti bancari – Costituisce una presunzione legale (relativa) – Non è riferibile ai soli titolari di reddito di impresa o da lavoro autonomo, ma si estende alla generalità dei contribuenti – E’ onere del contribuente la prova analitica della natura delle movimentazioni

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/laccertamento-indagini-bancarie-e-valido-tutti-tipi-clienti