Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Occorre il “nesso fattuale”
per smontare il sintetico

A motivare gli ulteriori redditi evidenziati dal Fisco non basta documentare l’esistenza di somme non tassabili

chiodini collegati

SINTESI: A norma dell’art. 38, comma 6, del DPR n. 600 del 1973, l’accertamento del reddito con metodo sintetico non impedisce al contribuente di dimostrare, attraverso idonea documentazione, che il maggior reddito determinato o determinabile sinteticamente è costituito in tutto o in parte da redditi esenti o da redditi soggetti a ritenute alla fonte a titolo di imposta, tuttavia la citata disposizione prevede anche che “l’entità di tali redditi e la durata del loro possesso devono risultare da idonea documentazione”. La norma chiede qualcosa di più della mera prova della disponibilità di ulteriori redditi (esenti ovvero soggetti a ritenute alla fonte), e, pur non prevedendo esplicitamente la prova che detti ulteriori redditi sono stati utilizzati per coprire le spese contestate, chiede tuttavia espressamente una prova su circostanze sintomatiche del fatto che ciò sia accaduto (o sia potuto accadere).
 
Sentenza n. 34613 del 30 dicembre 2019 (udienza 20 novembre 2019)
Cassazione civile, sezione V – Pres. Cirillo Ettore – Est. Crucitti Roberta
Art. 38, comma 6, del Dpr n. 600 del 1973 – Accertamento sintetico del reddito – Il contribuente deve dimostrare attraverso idonea documentazione che il maggior reddito è costituito in tutto o in parte da redditi esenti – Deve fornire la prova della circostanza sintomatica del fatto che quegli ulteriori redditi sono stati utilizzati per coprire le spese contestate

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/occorre-nesso-fattuale-smontare-sintetico