Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Redditometro: l’indizio certo
mette un punto al compito del Fisco

È sufficiente un solo elemento “assodato” per far scattare, nei confronti del contribuente, l’onere di dimostrare la quantificazione del suo reddito

caffè

SINTESI: In tema di accertamento sintetico, ai sensi dell’articolo 38, comma 4, del Dpr n. 600 del 1973, (nella formulazione applicabile ratione temporis), una volta che l’amministrazione abbia dimostrato, anche mediante un unico elemento certo, la divergenza tra il reddito risultante attraverso la determinazione analitica e quello attribuibile al contribuente, quest’ultimo è onerato della prova che l’imponibile così accertato è costituito, in tutto o in parte, da redditi soggetti a ritenute alla fonte o esenti ovvero da finanziamenti di terzi (cfr., in tal senso, Cass. n. 13602 del 2018).
 
Ordinanza n. 22483 del 9 settembre 2019 (udienza 3 aprile 2019)
Cassazione civile, sezione VI - 5 - Pres. Greco Antonio - Est. Esposito Antonio Francesco
Accertamento sintetico – Articolo 38, comma 4, del Dpr n. 600 del 1973 – Il contribuente ha l’onere di dimostrare che il reddito accertato è costituito da redditi soggetti a ritenute alla fonte o esenti o da finanziamenti di terzi

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/redditometro-lindizio-certo-mette-punto-al-compito-del-fisco