Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Se l’accesso è mirato, al pvc
bastano i documenti prelevati

Resta ferma la decorrenza del termine dilatorio dal rilascio di una copia, senza necessità di adottare un altro verbale di contestazione delle violazioni poi riscontrate

fogli

SINTESI: In materia di garanzie del soggetto sottoposto a verifiche fiscali, il processo verbale, redatto ai sensi dell’articolo 24 della L. n. 4 del 1929, deve attestare le operazioni compiute dall’Amministrazione, sicché, nel caso di accesso mirato all’acquisizione di documentazione fiscale, è sufficiente l’indicazione, in esso, dei documenti prelevati, ferma restando la decorrenza del termine dilatorio di cui all’art. 12, comma 7, della L. n. 212 del 2000 dal rilascio di copia del predetto verbale, senza che sia necessaria l’adozione di un ulteriore verbale di contestazione delle violazioni successivamente riscontrate.
 
Ordinanza n. 18624 del 7 settembre 2020 (udienza 8 luglio 2020)
Cassazione civile, sezione VI - 5 - Pres. Mocci Mauro - Est. Ragonesi Vittorio
Garanzie del soggetto sottoposto a verifiche fiscali - Il processo verbale deve attestare le operazioni compiute dall’Amministrazione - Nel caso di accesso mirato è sufficiente l’indicazione dei documenti prelevati

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/se-laccesso-e-mirato-al-pvc-bastano-documenti-prelevati