Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Se l’errore è già stato individuato
non c’è rimedio senza sanzioni

Nel decidere in tal senso, i giudici di legittimità hanno ritenuto ragionevole dare continuità al proprio recente, ma consolidato orientamento

Thumbnail
SINTESI: La Corte di Cassazione richiama la recente giurisprudenza secondo la quale costituisce causa ostativa alla presentazione della dichiarazione integrativa la notifica della contestazione di una violazione commessa nella redazione di precedente dichiarazione, in quanto se fosse possibile porre rimedio alle irregolarità anche dopo la contestazione delle stesse, la correzione si risolverebbe in un inammissibile strumento di elusione delle sanzioni previste dal legislatore, (cfr. Cass. n. 5398 del 2012, riferita proprio ad ipotesi di dichiarazione integrativa presentata dopo la notifica del processo verbale di constatazione).
 
Sentenza n. 6381 del 19 marzo 2014 (udienza 18 dicembre 2013)
Cassazione civile, sezione V - Pres. Cappabianca Aurelio - Est. Di Iasi Camilla
Dichiarazione integrativa – Notifica della contestazione di violazione commessa nella redazione di precedente dichiarazione – Causa ostativa alla presentazione della dichiarazione integrativa – La correzione rappresenterebbe un inammissibile strumento di elusione delle sanzioni
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/se-lerrore-e-gia-stato-individuato-non-ce-rimedio-senza