Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Sui rapporti “esauriti”
va messa una pietra sopra

La prescrizione e la decadenza sono istituti posti a presidio del principio della certezza del diritto tributario e delle situazioni giuridiche

Thumbnail
SINTESI: Il termine di decadenza per il rimborso delle imposte sui redditi, previsto dall’articolo 38, Dpr n. 602 del 1973 e decorrente dalla “data del versamento” o da quella in cui “la ritenuta è stata operata”, opera anche nel caso in cui l’imposta sia stata pagata sulla base di una norma successivamente dichiarata in contrasto con il diritto dell’Unione europea da una sentenza della Corte di giustizia, atteso che l’efficacia retroattiva di detta pronuncia – come quella che assiste la declaratoria di illegittimità costituzionale – incontra il limite dei rapporti esauriti, ipotizzabile allorché sia maturata una causa di prescrizione o decadenza, trattandosi di istituti posti a presidio del principio della certezza del diritto e delle situazioni giuridiche (cfr SS.UU. 13676/2014).
 
Ordinanza n. 9730 del 12 maggio 2016 (udienza 6 aprile 2016)
Cassazione civile, sezione VI - 5 - Pres. Iacobellis Marcello - Est. Iofrida Giulia
Articolo 38, Dpr n. 602 del 1973 – Termine di decadenza per il rimborso dalla “data del versamento” o da quella in cui “la ritenuta è stata operata” – Tale termine opera anche nel caso in cui l’imposta sia stata pagata sulla base di una norma successivamente dichiarata in contrasto con il diritto dell’Unione europea da una sentenza della Corte di giustizia
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/sui-rapporti-esauriti-va-messa-pietra-sopra