Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Il valore stabilito per il Registro
è ok anche per le imposte dirette

La Corte di cassazione ribadisce che l'ufficio può procedere in via presuntiva sulla base dell’accertamento già effettuato

Thumbnail
SINTESI: Nella fase di accertamento di una plusvalenza patrimoniale realizzata a seguito di cessione di azienda, l’Amministrazione finanziaria è legittimata a procedere in via presuntiva sulla base dell’accertamento di valore effettuato in sede di applicazione dell’imposta di registro, restando a carico del contribuente l’onere di superare la presunzione di corrispondenza del prezzo incassato col valore di mercato accertato in via definitiva in sede di applicazione dell’imposta di registro (cfr Cassazione 14448/2000, 16700/2005, 19548/2005, 21055/2005, 12462/2010, 12171/2010 e 22869/2011).


Ordinanza n. 21294 dell’8 ottobre 2014 (udienza 10 luglio 2014)
Cassazione civile, sezione VI - 5 - Pres. Cicala Mario – Est. Conti Roberto Giovanni
Accertamento di plusvalenza a seguito di cessione d’azienda – L’Amministrazione finanziaria è legittimata a procedere in via presuntiva sulla base dell’accertamento effettuato in sede di applicazione dell’imposta di registro – Spetta al contribuente superare tale presunzione
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/valore-stabilito-registro-e-ok-anche-imposte-dirette